All’Oasi di Troina si celebra la Giornata nazionale Parkinson 2021

L’Irccs Oasi di Troina, sabato 27 novembre, avvia un’attività congiunta di sensibilizzazione e conoscenza sulla malattia di Parkinson, nell’ambito di una iniziativa denominata “Informalmente”.

Troina (EN), 26 novembre 2021

In occasione della Giornata Nazionale Parkinson 2021, che si celebra domani, sabato 27 novembre, l’Irccs Oasi di Troina, avvia un’attività congiunta di sensibilizzazione e conoscenza su questa malattia, nell’ambito di una iniziativa denominata “Informalmente”.

L’evento infatti è in sinergia con l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), la “O.D.V. ISAV – iosonoancoravivo”, l’associazione “Azione Parkinson Abbruzzo”, il Comune di Pescara e l’associazione “Azione Parkinson” di Catania.

La malattia di Parkinson è una patologia neurodegenerativa del Sistema Nervoso Centrale che genera da un lato, un impatto estremamente rilevante sul paziente e sulla sua famiglia, sia per la dimensione fisica che per la dimensione psico-sociale ed esistenziale, dall’altro rappresenta anche una sfida per il sistema sanitario nella gestione della patologia.

Si stima che ogni anno, il Sistema Sanitario Nazionale, i malati di Parkinson, le famiglie e la società in generale sostengono un costo variabile, per paziente, fra i 15 mila e 25 mila euro, mentre in Sicilia il costo si aggirerebbe vicino ai diecimila euro (2,5 casi ogni 1000 abitanti).

All’Irccs Oasi Maria SS. di Troina operano due Unità Operative che si occupano di Parkinson, quella di Neurologia per l’Involuzione Cerebrale – guidata dalla dott.ssa Filomena Cosentino – e quella di Neuriabilitazione, guidata dal dott. Pietro Marano.

L’Irccs di Troina è uno dei pochi Centri di riferimento identificati dall’Assessorato Regionale della Salute della Sicilia, autorizzato anche alla somministrazione di specifici trattamenti farmacologici, alla selezione e controllo dei pazienti operati in DBS e di quelli trattati con FUS, quando la patologia si complica e il tremore diventa inarrestabile.

L’Istituto si occupa anche dello screening iniziale con una accurata e puntuale valutazione multidisciplinare, e dell’identificazione dei pazienti idonei alla somministrazione della nuova formulazione del farmaco (Levodopa) gold standard nel trattamento della Malattia di Parkinson, nonché dei successivi periodici follow-up di controllo per la verifica del beneficio del trattamento e/o l’eventuale ottimizzazione dei dosaggi terapeutici.

Attualmente sono in atto protocolli terapeutici e tecniche per migliorare la risposta nella gestione della patologia come anche della qualità di vita del paziente.

Il programma dell’evento che si svolgerà a Chieti e che sarà trasmesso on line su “piattaforma LarkMeetings”, prevede gli interventi in presenza del dottore Marano, del dott. Roberto Antonacci, Direttore UO Neurifisiopatologia Ospedale “Santo Spirito” Pescara, del dott. Maurizio Maddestra, Direttore F.F. UO Neurologia Ospedale civile “Renzetti” Lanciano (CH),  e il collegamento on line con altri specialisti dell’Oasi, Cosentino, Capodieci e Scordo.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità