All’Umberto I di Enna nuovo dispositivo per la Terapia Nutrizionale

Il Q-NRG+, acquisito dall’Ambulatorio di Nutrizione Artificiale dell’Ospedale Umberto I di Enna, è un dispositivo medico che permette di offrire una nutrizione ottimale e personalizzata, limitando il rischio di sotto o sovralimentazione

Enna, 24 novembre 2021

L’Ambulatorio di Nutrizione Artificiale dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Umberto I di Enna ha acquisito il nuovo dispositivo Q-NRG+ per la terapia nutrizionale dei propri assistiti.

L’ASP di Enna è la seconda azienda in Sicilia a dotarsi dell’importante apparecchio dalle caratteristiche innovative e all’avanguardia, presentate, nel corso di un breve briefing, agli operatori sanitari dai Direttori della Rianimazione, dott. Ezio De Rose, del Dipartimento di Emergenza, dott. Renato Valenti, e dal responsabile Ambulatorio di Nutrizione Artificiale, dr.ssa Linda Scarpello.

L’ottimizzazione della Terapia Nutrizionale – è stato sottolineato – è fondamentale per l’assistenza globale dei pazienti.

Il Q-NRG+ è un dispositivo medico che permette di offrire una nutrizione ottimale e personalizzata, limitando il rischio di sotto o sovralimentazione, attraverso la calorimetria indiretta che rappresenta il gold standard per la misurazione del dispendio energetico.

L’utilizzo del nuovo dispositivo consentirà di eseguire attente valutazioni metaboliche ottimizzando la terapia nutrizionale di pazienti intubati, ventilati meccanicamente e ricoverati in Rianimazione e di tutti quelli che, per svariate patologie e condizioni (pazienti oncologici, neurologici, geriatrici, chirurgici) accedono presso l’Ambulatorio di Nutrizione Artificiale dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità