Bambini con disabilità, UILDM: al via “Inclusione, un gioco da ragazzi”

Giovanni Muciaccia
Dal 26 febbraio in diretta Facebook e Youtube, UILDM – Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare propone 4 appuntamenti con tanti testimonial e sostenitori per difendere il diritto al gioco dei bambini con disabilità

Padova, 25 Febbraio 2021

Prenderà il via venerdì 26 febbraio il format “Inclusione, un gioco da ragazzi”, quattro live promossi da UILDM per sostenere il progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara”, per installare giostre e giochi accessibili che permettono a bambini con disabilità di giocare come tutti.

I quattro eventi andranno in onda in contemporanea sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di UILDM: uno spazio virtuale carico di emozioni, dedicato alla bellezza del gioco dei bambini e alla solidarietà, che abbraccia il mondo della musica e dello spettacolo.

Ospiti delle dirette saranno personaggi che hanno scelto di difendere il diritto dei bambini con disabilità di giocare insieme ai loro coetanei, in parchi e aree verdi attrezzate con giochi e giostre accessibili a tutti.

È proprio per questo che UILDM ha lanciato il progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara” sulla piattaforma For Funding di Intesa Sanpaolo. Obiettivo della campagna è raccogliere 30.000 euro per installare giostre e giochi inclusivi nei parchi gioco delle città di Napoli, Genova e Venezia.

 

Il calendario delle dirette

Venerdì 26 febbraio alle ore 18 sarà ospite Simona Molinari, la cantautrice e compositrice che ha partecipato due volte al festival di Sanremo e che si conferma come una delle grandi artiste della nuova generazione jazz e swing italiana. Conduce il live Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM.

È in programma per venerdì 5 marzo alle ore 20 un concerto digitale con tanti ospiti e sostenitori. La musica farà da cornice a questo evento speciale che vedrà alternare musicisti e tanti sostenitori di UILDM.

Sul palco virtuale di UILDM saliranno la rock band i Ladri di carrozzelle e gli artisti Indipendenti Elli De Mon, Erin e Damien McFly.          

Durante la diretta, insieme agli artisti, si alterneranno Benedetta De Luca, influencer e modella con disabilità, Raffaella Bedetti, mamma di un bambino con l’atrofia muscolare spinale, e Salvatore Leonardo, volontario e presidente della Sezione UILDM di Napoli.

Conducono: Stefania Pedroni, vice presidente nazionale UILDM e la giornalista Valentina Bazzani.  

Elisa De Munari, in arte Elli de Mon, è una blues woman e si definisce una “one woman band”. È una musico terapeuta e lavora con le persone con disabilità.

Elisa Bonomo, in arte Erin, chitarrista e cantautrice, vince il Premio della Critica al Premio Amnesty 2017 con il brano “Scampo“, dedicato al tema della violenza domestica. Nel 2018 vince una Targa Tenco con due brani (“Scampo” e “Puttana“) inseriti nell’album collettivo a progetto “Voci per la Libertà – Una voce per Amnesty”.           

Damiano Ferrara, in arte Damien McFly, è un artista indie-folk. Ha suonato in più di 15 paesi diversi e ha all’attivo oltre 500 spettacoli. Nel 2015 il primo album originale “Parallel Mirrors”, che gli è valso la partecipazione al festival SXSW, Canadian Music Week, BBC Carfest, International Richmond Film Festival e Home Festival, nonché supporti di apertura per Gill Landry (ex Old Crow Medicine Show) e Justin Nozuka. Nel 2018 Damien ha raggiunto la finale del concorso di songwriting John Lennon vincendo il Gran Premio nella categoria Folk per la sua canzone “Mesmerized“.

I Ladri di carrozzelle sono un’attività laboratoriale della Cooperativa Arcobaleno di Frascati che coinvolge una ventina di persone con disabilità. L’apertura a ogni forma di disabilità ha portato una sterzata nello stile musicale dei Ladri creando un loro genere originale: la musica Sbrock, dove la follia e l’allegria della band si esprime pienamente. Parteciperanno Paolo Falessi, chitarrista e i tra i fondatori della band, e Tiziana Civitani, la cantante del gruppo.

Benedetta De Luca, influencer e modella, ideatrice del brand di moda innovativo “Italian inclusive fashion“, porta in passerella storie di bellezza e disabilità ed è diventata un punto di riferimento  per il suo impegno in favore dell’inclusione.

Raffella Bedetti è mamma di Cristian, il bambino con disabilità protagonista insieme a Caterina e Samuele, del video che accompagna la campagna UILDM “Inclusione, un gioco da ragazzi”. Racconterà l’esperienza di mamma e il suo lavoro di sensibilizzazione sul diritto al gioco per tutti i bambini.

Salvatore Leonardo è volontario e presidente di UILDM Napoli, e promotore insieme alla sua Sezione del progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara” nel suo territorio.

Venerdì 10 marzo alle ore 18 in diretta sarà la volta di Petra Loreggian, speaker di RDS. La conduttrice, che recentemente ha presentato e seguito i Mondiali di Sci a Cortina, è sensibile ai temi che riguardano le persone con disabilità e da tempo è amica di UILDM e ne sostiene l’impegno per l’abbattimento di tutte le barriere fisiche e mentali.      

La chiusura sarà una doppia festa. Proprio il 19 marzo, nel giorno della Festa del Papà, con Marco Rasconi ci sarà Giovanni Muciaccia, conduttore televisivo e attore teatrale. Muciaccia è diventato famoso a partire dagli anni ’90 grazie al programma Art Attack, incantando i bambini con i suoi “attacchi d’arte”. Nel 2020 conduce La porta segreta. A giugno dello stesso anno va in onda Non è mai troppo tardi… Fatto?!, un nuovo programma di alfabetizzazione digitale per Rai Due e per RaiPlay.

 

A scuola di inclusione: giocando si impara

Grazie ai fondi raccolti, UILDM vuole sostenere il progetto “A scuola di inclusione: giocando si impara” che promuove il diritto al gioco dei bambini con disabilità attraverso una serie di azioni di sensibilizzazione nelle scuole e di riqualificazione in ottica inclusiva di parchi e aree verdi in 16 regioni italiane e della provincia autonoma di Bolzano, in collaborazione con le amministrazioni locali.

Tutti possono dare il proprio contributo per rendere accessibili i parchi e garantire il diritto al gioco dei bambini con disabilità. Ecco il link per fare la donazione

UILDM nasce nel 1961 con l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l’abbattimento di ogni tipo di barriera, e sostenere la ricerca scientifica e l’informazione sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Ha una presenza capillare sul territorio grazie alle 66 Sezioni locali, i 3.000 volontari e i 10.000 soci, che sono punto di riferimento per circa 30.000 persone. UILDM svolge un importante lavoro in ambito sociale e di assistenza medico-riabilitativa ad ampio raggio, gestendo anche centri ambulatoriali di riabilitazione, prevenzione e ricerca, in stretta collaborazione con le strutture universitarie e socio-sanitarie.

Simona Molinari

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità