Combattere il virus? Con l’ossigeno-ozono terapia si può

Dai lavori scientifici e clinici pubblicati nel mondo, risulta che sono 880 i pazienti Covid trattati e guariti con l’ossigeno-ozono terapia.
La SIOOT – Società Scientifica di Ossigeno-Ozono Terapia propone di mettere a disposizione l’utilizzo dell’ossigeno-ozono terapia in tutti i centri COVID.

15 Aprile 2021

L’ozono, molecola triatomica dell’ossigeno, è un gas dall’altissimo potenziale di ossidazione, in grado di eliminare tutti i tipi di virus, funghi, batteri e spore, la cui efficacia è conosciuta da oltre 100 anni.

L’ossigeno-ozono terapia prevede l’utilizzo, tramite diverse vie di somministrazione, di una miscela composta da ossigeno e ozono.

Questa metodica non rappresenta una medicina alternativa, bensì una tecnica perfettamente sinergica ed adiuvante rispetto al normale approccio terapeutico. Secondo i dati che vengono comunicati quotidianamente, i dati di mortalità nelle terapie intensive per pazienti trattati secondo il normale approccio terapeutico presentano una mortalità che va dal 50% al 90%.

Per incrementare l’efficacia delle cure, ridurre la mortalità e incrementare il numero di guariti, la SIOOT, Società Scientifica di Ossigeno-Ozono Terapia, propone di mettere a disposizione l’utilizzo dell’ossigeno-ozono terapia in tutti i centri COVID. I report clinici sugli effetti dell’ossigeno-ozono terapia, nella cura dei pazienti affetti da Covid, ci forniscono dati molto positivi.

Dalla pagina della SIOOT in cui vengono riportati i lavori scientifici e clinici pubblicati nel mondo, risulta che sono 880 i pazienti Covid trattati e guariti con l’ossigeno-ozono terapia. Da tutti i trattamenti effettuati, si evidenzia chiaramente che i pazienti curati con il protocollo SIOOT sono quelli che hanno ottenuto i risultati migliori.

Con il titolo “Oxygen-ozone (O2-O3) immunoceutical therapy for patients with COVID-19. Preliminary evidence reported” i professori Marianno Franzini, Luigi Valdenassi, Giovanni Ricevuti, Salvatore Chirumbolo, Markus Depfenhart, Dario Bertossi e Umberto Tirelli hanno descritto l’effetto terapeutico di 4 cicli di ossigeno ozono su 50 ospedalizzati Covid-19 affetti da sindrome respiratoria acuta (ARDS).

Testimonianze e lavori scientifici pubblicati è possibile trovarli sul sito SIOOT.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *