Covid-19, On. Siani: “I bambini i più dimenticati nel periodo di pandemia. Per il futuro: necessario costruire unità operative territoriali”

Onorevole Paolo Siani
Il Pediatra: “I bambini si ammalano poco di questo virus e sembra che lo diffondano anche meno rispetto agli adulti"

24 Aprile 2020

Durante il webinar “Nuovi modelli per la Governance delle cure“, appena concluso, l’Onorevole Beatrice Lorenzin ha chiesto al Pediatra e Onorevole Paolo Siani, XII Commissione Affari Sociali e Commissione Parlamentare per l’infanzia e Adolescenza, qual è l’impatto di questo periodo su bambini e adolescenti: “I bambini si ammalano poco di questo virus e sembra che lo diffondano anche meno rispetto agli adulti. I bambini (10 milioni in Italia e il 16% in condizioni di povertà) sono stati gli unici dimenticati in questo periodo di pandemia. Nei prossimi giorni andremo dal Presidente del Consiglio con richieste dei medici del territorio e gliele esporremo. Come riapriremo le scuole, che rassicurazioni possiamo dare? Sono molti gli interrogativi a cui dare risposte per rassicurare mamme e cittadini”.

L’Onorevole Siani parla anche di una riorganizzazione a livello territoriale: “In questi giorni mi sono informato su cosa è cambiato negli ospedali in questo periodo: l’ospedale sta funzionando da ospedale, cioè per i casi più gravi, il resto passa da altri canali, ad esempio quelli tecnologici, per la comunicazione con il medico. Se noi oggi sfruttiamo il cambiamento dettato da questa situazione, ne avremo un grande vantaggio in futuro. L’emergenza Covid-19 deve portarci un futuro migliore: per esempio, la figura del medico di base da solo non funziona più, dobbiamo costruire delle vere e proprie unità operative territoriali, con pediatra di famiglia, medico di famiglia, infermiere, esami di laboratorio e con il supporto delle tecnologie”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *