Covid, Fimmg Sicilia: “Medici di famiglia ancora senza vaccini. Nel frattempo cediamo dosi ad altre regioni”

Medici di famiglia ancora senza vaccini anticovid in Sicilia. La denuncia di Luigi Galvano, presidente della Fimmg – Federazione Italiana dei Medici di Famiglia

Palermo, 31 maggio 2021

Luigi Galvano

Continua il caos organizzativo nella campagna vaccinale anticovid a Palermo come in tutta la Sicilia.  Ancora una volta i medici di famiglia sono lasciati senza dosi di vaccino anticovid nonostante fossero state prenotate con una settimana di anticipo. L’obiettivo della profilassi del Commissario per l’emergenza ora è provare a immunizzare il maggiore numero di persone non per garantire salute, ma per recuperare il ritardo rispetto alle altre regioni e superare le barriere del giallo. Sembra un caos ‘ragionato’”. A denunciarlo, il segretario regionale della Fimmg (Federazione Italiana dei Medici di Famiglia), Luigi Galvano.

E’ paradossale. Invece di garantire le prime dosi ai più fragili – osserva Galvanola campagna vaccinale si concentra sulla profilassi dei 50enni e dei maturandi. Una mail stamattina ci ha avvisato che mancavano i flaconi di vaccino. Anche questa settimana decine di medici di famiglia dovranno richiamare e disdire la vaccinazione dei propri pazienti programmata secondo la priorità di somministrazione stabilita“.

Tutto questo accade mentre nella struttura, gestita dal Commissario dell’area metropolitana di Palermo, regna il caos. I cittadini – rimarca il segretario regionale – sono sottoposti a file chilometriche, pericolosi assembramenti e rinvii. Una condizione che mostra una palese incapacità a programmare e gestire la campagna vaccinale, fino al punto di regalare dosi di vaccino ad altre regioni (vedi il caso Astrazeneca), mentre dosi Pfizer e Moderna sono somministrate senza alcun criterio clinico e anamnestico”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità