Fino al 27 marzo la settimana della prevenzione oncologica

Prende il via anche quest’anno la XXI edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica promossa dalla Lilt, la “Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori”. Una campagna di sensibilizzazione istituita nel 2001 per educare alla prevenzione e all’importanza dei corretti stili di vita contro il cancro.

Di Melania Sorbera

Grazie ai progressi medici, scientifici e tecnologici i trattamenti dei tumori hanno fatto passi da gigante negli ultimi decenni, nonostante questo la prevenzione oncologica è ancora un’arma importante allo scopo di prevenire l’insorgenza dei tumori.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una lista, il “Codice Europeo contro il cancro”, che rappresenta un vero e proprio vademecum per la prevenzione. I 12 punti della lista sono: non fumare; rendi la tua casa libera dal fumo; mantieniti in forma; svolgi attività fisica ogni giorno; segui una dieta sana, basata sul consumo di cereali integrali, legumi, frutta, verdura; limita o elimina del tutto il consumo di alcolici; evita un’eccessiva esposizione al sole; lavora in sicurezza, informandoti sulle sostanze chimiche con le quali entri in contatto; verifica le concentrazioni di radon in casa, un gas cancerogeno presente in alcuni materiali da costruzione; per le donne, valgono due indicazioni specifiche: è stato studiato che l’allattamento al seno riduce il rischio di cancro per la madre, quindi si consiglia, laddove possibile, di allattare il proprio figlio fino ad almeno i 6 mesi di età. Inoltre, è necessario tenere sempre a mente che la terapia ormonale sostitutiva aumenta il rischio di alcuni tipi di cancro, quindi è preferibile, salvo esigenze mediche specifiche, limitarne l’uso; vaccina i tuoi figli, in particolare per: l’epatite B per i neonati e il papilloma virus umano per le ragazze; effettua periodicamente lo screening per il cancro dell’intestino, del seno e del collo dell’utero.

Tanti gli appuntamenti, durante la “Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica” in provincia di Catania e Siracusa. Domenica 20 marzo, a Belpasso, in piazza Stella Aragona dalle 10 alle 13 e domenica 27, in piazza Giovanni Verga a Catania, stesso orario. I volontari distribuiranno opuscoli contenenti informazioni utili su un corretto stile di vita e doneranno una bottiglia di olio extravergine di oliva a quanti si iscriveranno o rinnoveranno l’iscrizione.

L’olio d’oliva extravergine, italiano, simbolo LILT in di questa campagna, rappresenta non solo l’aderenza alla dieta mediterranea, patrimonio immateriale Unesco, ma anche la valorizzazione del patrimonio olivicolo di qualità del nostro territorio nazionale utile, alla prevenzione di molte malattie, in generale, e del cancro in particolare”, spiega Aurora Scalisi, presidente LILT Catania.

A Siracusa i volontari saranno presenti nella sede cittadina e poi ad Augusta, Avola, Pachino e Buccheri. “Si apre dal 19 al 27 prossimo venturo la settimana nazionale della prevenzione oncologica, si attivano laddove possibile gli ambulatori di Nutrizione e di sensibilizzazione della LILT di Siracusa, Agusta, Avola, Pachino, Buccheri. Tutti i nostri nutrizionisti e gli psicologi seguono le centinaia di persone che si prenotano nei nostri spazi per approfondire le tematiche di prevenzione. Come ogni anno l’accesso alle visite è totalmente gratuito“, spiega Mario Lazzaro, presidente LILT Siracusa.  

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità