All’Ospedale di Circolo sono giunti a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro tre pazienti con stroke: in due casi lo stroke era emorragico, causato da aneurismi cerebrali rotti, mentre nel terzo caso si trattava di un ictus ischemico acuto da occlusione di una grossa arteria cerebrale

Varese, 29 Dicembre 2020

Lo scorso 21 dicembre, nel quartiere angiografico dell’Ospedale di Circolo, sono stati eseguiti contemporaneamente tre delicati interventi di neuroradiologia, grazie ad un eccezionale coordinamento delle équipe specialistiche di Neuroradiologia, Radiologia, ed Emodinamica, con il supporto di Neurologi e Anestesisti.

Nella stessa mattinata all’Ospedale di Circolo sono giunti a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro tre pazienti con stroke: in due casi lo stroke era emorragico, causato da aneurismi cerebrali rotti, mentre nel terzo caso si trattava di un ictus ischemico acuto da occlusione di una grossa arteria cerebrale.

I primi due casi sono stati co-gestiti da Neuroradiologi e Neurochirurghi, mentre il terzo è stato gestito dai Neuroradiologi insieme ai Neurologi

In tutti e tre i casi fondamentale è stato l’apporto degli Anestesisti-Rianimatori.

L’intervento simultaneo su tutti e tre i pazienti è stato possibile grazie alla disponibilità organizzativa di Radiologi ed Emodinamisti. Questi ultimi, in particolare, hanno immediatamente messo a disposizione la propria sala angiografica, in aggiunta a quelle di pertinenza della Radiologia e Neuroradiologia.

In questo modo la Neuroradiologia, diretta dal Dott. Fabio Baruzzi, ha potuto allestire simultaneamente tre equipe di neuroradiologi Interventisti, coordinati dal Dott. Andrea Giorgianni, che hanno effettuato il trattamento degli aneurismi emorragici e la disostruzione meccanica dell’arteria cerebrale occlusa.

Trattandosi di patologie tempo-dipendenti, solo grazie alla grande disponibilità organizzativa di tutte le equipe coinvolte è stato possibile affrontare un evento del tutto eccezionale quale la gestione in emergenza di tre casi di stroke contemporaneamente.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *