Oncologia: presentato al Cannizzaro l’“Albero delle idee”, sostegno nella lotta al tumore

L’“Albero delle idee” da oggi caratterizza l’Oncologia Medica dell’Ospedale Cannizzaro di Catania. Con il proprio biglietto, da attaccare ai rami, ognuno può esprimere bisogni, rappresentare problemi, suggerire soluzioni.
Progetto promosso da ACTO Sicilia (Associazione Contro il Tumore Ovarico) e dall’Azienda Cannizzaro di Catania.

Catania, 5 Luglio 2021

Vivi ogni giorno col sorriso, la vita è meravigliosa”. “L’importanza del tempo”. “La vita è un dono da conservare in maniera preziosa”. Sono alcuni dei messaggi affidati alle foglie dell’“Albero delle idee”, che da oggi caratterizza l’Oncologia Medica dell’Ospedale Cannizzaro di Catania. Con il proprio biglietto, da attaccare ai rami, ognuno può esprimere bisogni, rappresentare problemi, suggerire soluzioni: è il progetto di partecipazione promosso da ACTO Sicilia (Associazione Contro il Tumore Ovarico) e dall’Azienda Cannizzaro che punta a coinvolgere tutti i reparti oncologici siciliani.

E proprio l’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza è stato tra i primi, insieme con il sindaco di Catania Salvo Pogliese e il direttore generale dell’Azienda Cannizzaro Salvatore Giuffrida, a scrivere un messaggio sull’albero delle idee, alla presenza del direttore sanitario Diana Cinà, del direttore del Dipartimento materno-infantile, nonché fondatore e consigliere di ACTO Sicilia, Paolo Scollo, del direttore ff dell’Oncologia Giusy Scandurra, della presidente di ACTO Sicilia Daniela Spampinato, della vice Anna Maria Motta e di altri membri del Consiglio direttivo, del personale dell’unità operativa.

«È un’iniziativa che crea umanità nel rapporto tra pazienti e medici – ha detto l’Assessore Razza – in un reparto come l’Oncologia che è luogo di speranza, di sofferenza, talvolta, e per fortuna più spesso che nel passato, di rinascita. Mi fa molto piacere che i professionisti dell’Ospedale Cannizzaro abbiano ancora una volta voluto creare questa occasione di condivisione profonda tra loro, i pazienti e i familiari, che sono altrettanto coinvolti vivendo l’apprensione della malattia e la speranza della guarigione». «È un progetto innovativo improntato al coinvolgimento di realtà associative e dei pazienti con i loro familiari, per il quale esprimo il mio compiacimento all’Assessorato regionale alla Salute, alla Direzione aziendale, alla ACTO Sicilia, ai medici e a tutto il personale, perché contribuisce a migliorare ulteriormente la qualità della sanità siciliana e catanese di cui siamo orgogliosi», ha affermato il Sindaco Pogliese.

Il direttore generale Giuffrida ha sottolineato come l’Oncologia dimostri «ancora una volta la vivacità delle proprie attività, rafforzando l’integrazione tra l’ospedale e il territorio grazie al pieno riconoscimento del ruolo delle associazioni e della centralità del paziente». «Sono convinto – ha detto il prof. Scollo – che questa iniziativa contribuirà a migliorare il servizio ai nostri pazienti perché viene incontro a quella che è la nostra idea: cioè di avere all’interno di un’unica struttura ospedaliera tutto quello di cui i pazienti hanno bisogno, non soltanto sotto a livello medico e clinico, ma anche sotto il profilo psicologico e di supporto».

«Il paziente è da sempre non solo al centro dei nostri valori, ma concretamente alla base della nostra missione di lotta contro il tumore. La convergenza di intenti con questa bellissima ma anche utilissima iniziativa di ACTO Sicilia che mira a raccoglierne spunti ed idee per migliorare il percorso assistenziale non poteva essere maggiore. Un privilegio per noi poter assicurare il nostro contributo», ha dichiarato Andrea Musilli, Country Business Director di Clovis Oncology Italia che ha sostenuto il progetto dell’Albero delle idee.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità