Punto di Primo Intervento all’ospedale Umberto I di Siracusa

Il Punto di Primo Intervento (PPI), temporaneamente trasferito all’ospedale Rizza di Siracusa, è rientrato all’ospedale Umberto I. Codici bianchi gratuiti e meno affollamento in Pronto soccorso

Siracusa, 3 gennaio 2022

Il Punto di Primo Intervento (PPI) è rientrato dall’ospedale Rizza di viale Epipoli, dove era stato temporaneamente trasferito, all’ospedale Umberto I di Siracusa.

Il suo rientro all’interno dell’ospedale, al piano terra nei locali dell’ex sala conferenze, disposto dalla Direzione sanitaria aziendale e dalla Direzione del Distretto sanitario di Siracusa, consentirà di rendere più agevole la gestione dei numerosi codici bianchi e verdi a bassa complessità che affluiscono in pronto soccorso, contribuendo a ridurre i tempi di attesa e di gestione dei pazienti.

Questa soluzione – spiega il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra consentirà agli utenti che si recano al Pronto soccorso con patologie a bassa complessità di trovare sul posto l’assistenza gratuita evitando di sovraffollare l’area di emergenza e non pagando il ticket di 25 euro per le patologie classificate in codice bianco che, invece, in Pronto soccorso deve essere versato”.

Buona parte del sovraffollamento al Pronto soccorso – spiega il direttore del Pronto soccorso di Siracusa Aulo Di Grandeè dovuto all’afflusso di accessi inappropriati che sono di pertinenza delle guardie mediche e dei Punti di Primo Intervento. Ribadiamo l’invito ai cittadini a non recarsi al pronto soccorso per patologie di bassa intensità e di recarsi alla Guardia medica e ai Punti di Primo Intervento riducendo l’afflusso nell’area di emergenza”.

Il PPI è aperto da lunedì al venerdì escluso i giorni prefestivi e festivi dalle ore 10 alle ore 18.

Il Punto di Primo Intervento (PPI) è dedicato alla visita e trattamento delle patologie urgenti a bassa gravità (codici bianchi e codici verdi a bassa complessità). I Punti di Primo intervento coprono le 24 ore di assistenza sanitaria territoriale che, nelle ore notturne e festive, è erogata dalle Guardie mediche.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità