Sanità in Sicilia: pioggia di assunzioni

Si apre il valzer delle assunzioni in Sicilia, per una spesa complessiva di 157 milioni di euro.

Di Valeria Maglia

Nuove assunzioni nella Sanità siciliana da qui sino ai prossimi tre anni.

Già avviati i primi bandi all’Ospedale Garibaldi di Catania con 114 incarichi. Si assegneranno 10 posti per collaboratori sanitari da destinare all’Ostetricia, 19 posti per tecnici di Radiologia e 20 infermieri pediatrici. Si tratta di concorsi per titoli ed esami. Ma altri saranno rivolti ai medici di svariate specialità,

In arrivo invece concorsi per 3000 posti nella più grande struttura dell’isola l’Ospedale Civico di Palermo, previste selezioni per 767 medici e 1045 infermieri.

Ma la pianta organica approvata include anche 270 tra operatori socio sanitari e tecnici dell’assistenza, 59 ausiliari, 359 altre  figure sanitarie, 9 farmacisti, 43 dirigenti sanitari e 214 dipendenti amministrativi.

La spesa complessiva ammonta a 157 milioni di euro e spazia dalla Cardiologia all’Ematologia, dalla Chirurgia alla Dermatologia.

C’è fermento nella Sanità siciliana ma anche preoccupazione nei sindacati sul futuro soprattutto dei precari.

8000 i contratti in scadenza, assunti per fronteggiare l’emergenza Covid.

L’assessore alla salute Ruggero Razza ha annunciato  però ieri la proroga per altri sei mesi in attesa che il governo nazionale detti le regole per le stabilizzazioni.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità