Talassemia: al via Donavita Project, campagna raccolta sangue e fondi

UNITED Onlus lancia Donavita Project, la campagna di sensibilizzazione nazionale per la raccolta di sangue e di fondi a favore delle talassemie.

20 settembre 2021

La UNITED Onlus – la federazione italiana che rappresenta 25 organizzazioni locali e regionali di talassemici, con più di 4500 associati su tutto il territorio nazionale – ha lanciato la campagna di comunicazione e sensibilizzazione “Donavita Project”.

La campagna, realizzata in collaborazione con l’agenzia Sava&Sava, coinvolge organi istituzionali, associazioni di donatori e di pazienti e organizzazioni di volontariato per lanciare un messaggio semplice ai cittadini: donare non costa nulla, ma può salvare la vita a molte persone. E ciò è vero, sia se si diventa donatori di sangue, sia se con un firma sulla dichiarazione dei redditi si dona il 5 per mille alla ricerca scientifica, impegnata nei laboratori per la messa a punto di nuove e più efficaci cure, sia diffondendo i contenuti sui social per promuovere la donazione.

I promotori hanno puntato sul sorriso di Andrea Caschetto, che sarà il testimonial della campagna, per veicolare questo messaggio.

Andrea Caschetto

Andrea, a 15 anni, ha subito un delicato intervento chirurgico al cervello che lo ha privato dei ricordi. Ma non gli ha tolto la generosità e la voglia di donare agli altri. Tant’è che oggi, Andrea, che di anni ne ha 31, ha realizzato decine di progetti internazionali di volontariato e raccolte fondi per costruire centri pediatrici in Africa e in Sud America, ottenendo riconoscimenti in tutto il mondo. Di recente è diventato anche donatore di sangue, ruolo che in passato gli era precluso per ragioni di salute.

Per la Giornata mondiale della Talassemia (8 maggio) il “Donavita Scuola Tour“, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, proietterà nelle aule scolastiche di tutta Italia un documentario per informare e sensibilizzare i più giovani su queste tematiche.

Infine, il “Donavita Sport” prevede la scalata del Monte Bianco da parte di due alpinisti, Dario Sparacino e Saro Iaconinoto: un incitamento a superare i propri limiti, perché nulla è impossibile.

La campagna ambisce a coinvolgere anche il mondo delle imprese, e in particolare le case farmaceutiche e le aziende multinazionali, perché sostengano la ricerca di base attraverso sponsorizzazioni e libere donazioni. Donare non solo migliora la qualità della vita degli altri. Ma ci rende più umani, ci fa sentire fratelli.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità