Grazie alla telemedicina è possibile attivare una rete ospedale-medici-territorio, per monitorare i pazienti, assisterli nelle malattie croniche e favorire la prevenzione. L’immediato avvio su vasta scala dell’erogazione di servizi sanitari in telemedicina è divenuto una necessità per limitare il contagio da Covid-19. Ne parliamo con Salvatore Di Somma, professore di Medicina d’Urgenza e direttore Scuola di Specializzazione Medicina d’Urgenza Università La Sapienza di Roma.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *