Un batterio inattivo, potentissimo antivirale, che vive da anni nelle ghiandole sebacee del viso dei giovani, potrebbe essere usato nella cura contro il Covid-19. Ne parliamo a Prima Pagina Salute, con Beniamino Palmieri, chirurgo e oncologico dell’Università di Modena e con Antonio Pitrelli dell’Asp di Messina, che interviene a titolo personale

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità