Vaccinazione antinfluenzale: Enna al primo posto in Sicilia nella percentuale di vaccinati

Comunicati i dati relativi alle percentuali di vaccinazione antinfluenzale della campagna 2019/2020, che vedono anche quest’anno l’ASP di Enna al primo posto tra le Aziende Sanitarie Siciliane.


Enna, 24 Giugno 2020

Svoltasi oggi la videoconferenza “Alleati contro l’influenza. Vaccinarsi ai tempi della pandemia” con la presenza di tutte le Aziende Sanitarie Provinciali della Sicilia, della Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti, Dirigente DASOE (Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico), e dell’Assessore alla Salute, Avv. Ruggero Razza.

Nel corso della riunione, sono stati comunicati i dati relativi alle percentuali di vaccinazione antinfluenzale della campagna 2019/2020, che vedono anche quest’anno l’ASP di Enna al primo posto tra le Aziende Sanitarie Siciliane.

Il Direttore Sanitario, Dott. Emanuele Cassarà, nell’esprimere compiacimento per il raggiungimento del  risultato, e il mantenimento costante negli anni,  ringrazia “gli operatori  che hanno conseguito l’ottima performance, in primo luogo il Dott. Franco Belbruno, alla guida del Servizio di Epidemiologia, che assicura percentuali di vaccinazione sempre alte con il suo lavoro e il coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di Libera Scelta“.

Il Dott. Belbruno ha dichiarato: “La vaccinazione rappresenta un intervento di sanità pubblica di grande valenza preventiva, riduce il carico di malattia, le complicanze e l’ospedalizzazione. Il vaccinato tutela la sua salute e quella degli altri; l’operatore sanitario che si vaccina garantisce la continuità dei Servizi  e tutela gli interessi della collettività. Vaccinarsi per l’influenza sarà inoltre una garanzia verso l’eventualità della co-circolazione del COVID19.”

Il Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Enna attuerà ogni iniziativa per la piena funzionalità dei Servizi – aggiungono Cassarà e Belbrunoampliando l’offerta vaccinale, ove necessario anche con ulteriori aperture, e si farà parte attiva per garantire idonei standard di personale e strutturali, oltre all’ottimale informatizzazione“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *