ANASTE Emilia Romagna: nuovo Direttivo per il triennio 2021-2023

Averardo Orta, Gianluigi Pirazzoli, Ivonne Capelli
Riconfermati ai vertici dell’Associazione Nazionale strutture per la terza età: il presidente Gianluigi Pirazzoli, il Vice Averardo Orta e il tesoriere Ivonne Capelli.
Pirazzoli: “Salvaguardare la Terza Età, sfida ancora più complessa con la pandemia Sars-CoV-2” 

8 Aprile 2021

Rinnovato il direttivo regionale ANASTE (Associazione Nazionale strutture per la terza età) per il triennio 2021-2023.

Alla guida dell’Associazione che in Emilia-Romagna aggrega 36 strutture residenziali per la terza età, si conferma – è il quarto mandato di fila – Gianluigi Pirazzoli. Ad affiancarlo in squadra è il Vicepresidente Averardo Orta e Ivonne Capelli Tesoriere, entrambi riconfermati nelle recenti elezioni.

Inoltre Pirazzoli Orta (già Tesoriere e membro del Board della federazione ECHO di cui ANASTE fa parte) sono stati eletti rispettivamente Vicepresidente Aggiunto e componente del Comitato Esecutivo di ANASTE nazionale.

Completano il team regionale, i consiglieri: Guido Gaggioli, Roberto Muccinelli, Sofia Castellari, Edmondo Buscaroli, Lorena Baldazzi, Silvia Bartolini, Linda Cavallaro in rappresentanza di Bologna; Roberto Secchi, Andrea Po per la provincia di Modena, Andrea Vasini e Daniela Bezzi in rappresentanza di Rimini.

Essere riconfermato alla guida di ANASTE in un momento storico così complicato, all’insegna di nuove sfide per il comparto sociosanitario, significa certamente nuove responsabilità ma anche capacità di rimanere trasparenti e in rete tra noi e con le istituzioni – dichiara il Presidente PirazzoliDal 2020, anno in cui è scoppiata l’emergenza abbiamo rafforzato la sinergia Pubblico e Privato, potenziando il dialogo con i comuni e la Regione Emilia-Romagna. Mentre prosegue la campagna di vaccinazione COVID, rimane in ANASTE la voglia ed il bisogno di confrontarsi con l’esterno che speriamo in questo 2021 possa tradursi nel tradizionale Open Day, fissato ogni anno il 2 ottobre, per la festa dei nonni, nelle strutture associate. Siamo alle prese con l’imprescindibile questione dei vaccini ma contestualmente stiamo lavorando alla raccolta dei dati per il Bilancio Sociale Aggregato. Attraverso la rendicontazione sociale di Settore, le strutture ANASTE, collaborano per giungere ad una migliore misurazione e comprensione dei principali impatti sociali ed economici relativi al loro operato al fine di contribuire alla sostenibilità del territorio e delle imprese. Come Associazione ci siamo sempre stati per risolvere non solo i problemi ma anche per trovare soluzioni che tutelino gli associati e gli anziani da qualsiasi nuova emergenza. Continueremo a rappresentare un baluardo anche in futuro per la tutela e il benessere degli anziani, dentro e fuori la pandemia” – conclude Pirazzoli.

L’ANASTE è membro dell’ECHO la Confederazione Europea delle Residenze private per anziani con sede a Bruxelles.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità