Anemia mediterranea: torna il “Panettone solidale” dell’Associazione Cutino per la ricerca

Natale 2021. Torna il “Panettone solidale” dell’Associazione Piera Cutino che finanzia la ricerca sull’Anemia mediterranea e altre malattie rare del sangue.
La testimonial Stefania Petyx: «Regalatevi e regalate questi dolci, buoni di forno e buoni di cuore perché servono a nutrire un sogno: poter guarire»

Palermo, 23 novembre 2021

Torna anche quest’anno il “panettone solidale” dell’Associazione Piera Cutino. Un’iniziativa che vede al fianco dell’Associazione l’inviata di Striscia la Notizia, Stefania Petyx col suo bassotto, testimonial da tempo dei progetti di Vita della Piera Cutino. L’invito, già lanciato dalle pagine web dell’Associazione, è quello di riscoprire insieme ai sapori dell’Isola, l’autentico sapore solidale del Natale, donando 16 euro per ricevere un Panettone Fiasconaro, ma soprattutto per “regalare una speranza di guarigione in più alle persone affette da Anemia mediterranea e altre forme di malattie ematologiche rare”.

Il panettone 2021, in accordo con la Fondazione Franco e Piera Cutino, andrà a finanziare la ricerca scientifica e il Campus di Ematologia Cutino, centro nazionale di riferimento per le talassemie con figure tecniche (biotecnologi e statistici per la ricerca), sanitarie (infermieri, assistente sociale) ed amministrative (segreteria accettazione pazienti). Potrà essere ordinato sul sito dell’Associazione www.pieracutino.it, tramite whatsapp al numero 349-4514293 o essere acquistato al Campus Franco e Piera Cutino all’interno dell’ospedale Cervello di Palermo, scegliendo tra tre specialità: tradizionale, al cioccolato, pandorato.

«Il 2020 e il 2021 sono stati anni difficili per tutti – dice Stefania Petyx Ancora di più per i pazienti talassemici che hanno avuto difficoltà a fare le trasfusioni. Seguo l’Associazione Piera Cutino ormai da anni e se continuo ad esserci è perché hanno sempre mantenuto le promesse e agito in modo trasparente. A Natale siamo tutti più buoni, recita un vecchio modo di dire… E allora, al momento di prendere il panettone da mangiare in famiglia o da regalare, scegliamo questi che sono “buoni” di forno e di cuore perché servono ad aiutare la ricerca e a nutrire un sogno: poter guarire».

«La Fondazione Franco e Piera Cutino – dice il presidente Giuseppe Cutino ha come obiettivi, sia l’assistenza ai pazienti, sia il supporto alla ricerca scientifica nell’ambito delle talassemie. In questi anni abbiamo formato figure sanitarie specializzate e fatto rete con i Centri di talassemia siciliani per migliorare le terapie. La raccolta fondi con i panettoni dell’associazione è fondamentale per noi e ci auguriamo che anche quest’anno rispondano in tanti da ogni parte d’Italia

«La terapia convenzionale – spiega il professore Aurelio Maggio, direttore del Campus di Ematologia “Franco e Piera Cutino” – ha decisamente modificato la prognosi e la sopravvivenza dei pazienti con sindromi talassemiche. Grazie alla ricerca siamo riusciti a prevenire i danni d’organo che un tempo erano molto frequenti. Adesso, l’arrivo di terapie innovative che agiscono incrementando il livello di emoglobina o riducendo il fabbisogno trasfusionale, potrebbe consentire di portare alla definitiva guarigione dalla malattia. Per questo è fondamentale continuare a finanziare la ricerca per questo sprint finale».

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità