Sono stati sottoposti al vaccino anti-covid ben 484 tra medici e infermieri, riuscendo a coprire un altissima percentuale di dipendenti aziendali.

Catania, 5 Gennaio 2021

Il pacchetto di 1170 vaccini, arrivato il 31 dicembre scorso all’Arnas Garibaldi, è stato consumato rapidamente grazie alla massiccia adesione del personale in servizio nei due ospedali dell’Azienda.

Attraverso un efficace protocollo, che ha permesso di vaccinare un numero rilevante di operatori sanitari, è stato possibile ridurre i tempi di somministrazione oltre ogni più rosea aspettativa. Per favorire i flussi sono state organizzate, infatti, due apposite postazioni per la erogazione adeguata del vaccino, di cui una al Garibaldi-Nesima, coordinata dal Prof. Bruno Cacopardo e presidiata dalla farmacista Giusy Fassari, nonché una al Garibaldi Centro, coordinata dal Dott. Giovanni Ciampi, dalla Dott.ssa Carmela Puleo, dal Dott. Santo Bonanno e presidiata dalla farmacista Barbara Busà.

Nella giornata odierna è stato addirittura possibile sottoporre al vaccino anti-covid ben 484 tra medici e infermieri, riuscendo a coprire un altissima percentuale di dipendenti aziendali.

Il Direttore generale dell’Arnas Garibaldi – Dott. Fabrizio De Nicola – non ha nascosto la propria soddisfazione:

Gli operatori sanitari del Garibaldi – ha detto – hanno dato prova di grande sensibilità e di altruismo, dimostrando di aver compreso il vero significato di questa vaccinazione. Con siffatto gesto hanno messo in sicurezza non soltanto la loro persona, ma anche tutti i pazienti e i loro stessi famigliari. Ovviamente, confido che si sottopongano presto al vaccino quegli operatori che ancora non lo hanno fatto. Si tratta anche di un bel messaggio per la comunità, la quale attende con pazienza il proprio turno e che, sono sicuro, risponderà in massa, appena verrà il momento”.

Esaurita la prima scorta di vaccini, già da oggi pomeriggio è cominciata la somministrazione del secondo gruppo, che era già arrivato in ospedale nelle prime ore della mattinata. Si proseguirà domani senza soluzione di continuità, ancora sotto la supervisione del Direttore sanitario aziendale, Dott. Giuseppe Giammanco e quella locale dei Dirigenti medici di presidio Lita Mangiagli e Salvatore Gullotta, per l’ospedale di Nesima, nonché quella di Sebastiano De Maria e di Vito Cavallaro, per il presidio del Garibaldi-Centro.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità