ASP Enna: oltre 53 milioni del Piano di Resistenza e Resilienza per gli ospedali ennesi

Emanuele Cassarà, Francesco Iudica, Ciro Viscuso e Salvatore Cordovana
L’Assessore alla Salute ha approvato il Piano dei Fabbisogni individuando per l’ASP di Enna tre interventi, tutti volti a garantire la sicurezza antisismica delle strutture ospedaliere della Provincia.

Enna, 5 agosto 2021

A seguito della determinazione con la quale il Ministero della Salute ha comunicato che, per gli interventi di adeguamento alla normativa sismica delle strutture sanitarie, sono state assegnate alla Regione Siciliana poco più di 202 milioni di Euro, a valere sulle risorse del PNRR  (Piano Nazione di Resistenza e Resilienza), l’Assessore alla Salute della Regione, avv. Ruggero Razza, ha approvato il Piano dei Fabbisogni individuando per l’ASP di Enna tre interventi, tutti volti a garantire la sicurezza antisismica delle strutture ospedaliere della Provincia.

In particolare sono stati finanziati, per l’Umberto I di Enna, 28.922.255,000 euro; per l’Ospedale Ferro Branciforti Capra di Leonforte, 7.962.409,00 euro; per il M. Chiello di Piazza Armerina, 16.614.807,28 euro, per un totale complessivo d’investimento nell’ASP di Enna di oltre 53 milioni di euro.

Che se rapportati al totale dell’intervento regionale di 202 milioni di euro, rappresentano da soli oltre il 25% del totale previsto per la Sicilia.

Alle superiori somme si aggiungono quelle previste per il Basilotta di Nicosia, i cui interventi di adeguamento antisismico fanno parte del già concesso finanziamento di 13 milioni di euro sui fondi “ex art. 20”.

Sono contento – ha dichiarato il direttore generale dell’ASP, Francesco Iudicadi questo risultato che darà sicurezza ai nostri ospedali e creerà occupazione e reddito per un territorio che ne ha maledetto bisogno. Sono grato all’Assessore Razza per avere accolto tutti i progetti che l’Ufficio Tecnico ha in tempo immaginato e redatto per essere pronti al momento in cui sarebbe stato possibile accedere a linee di finanziamento. 

Quella dell”armadio progetti” è una delle linee di governo su cui in questi anni ho molto insistito. E sono contento che sia passata dalla elaborazione teorica alla prassi. Avere in tempo colto il nostro fabbisogno ed esserci dotati di un progetto, ci ha consentito ora, più che per altri, di poter rispondere “presente!” al momento in cui sono state rese disponibili le somme.

Per questo, insieme a Emanuele Cassarà, direttore sanitario,  e Sabrina Cillia, direttore amministrativo,  che con me hanno condiviso questo impegno, ringrazio l’Ufficio Tecnico, gli ingegneri Salvatore Cordovana, Ciro Viscuso, Angelo Di Pasquale, i loro collaboratori e quanti hanno reso possibile questo importante risultato”.

Ciro Viscuso, direttore Servizio Tecnico dell’ASP di Enna, afferma: “Oggi, grazie al finanziamento ricevuto con D.A. n.765/2021, e senza distogliere le attenzioni tecniche dalle problematiche legate all’emergenza COVID, il Servizio Tecnico Aziendale, completata la progettazione preliminare degli interventi per gli Ospedali di Enna, Leonforte e Piazza Armerina, sta predisponendo gli atti propedeutici all’indizione della  gara di progettazione e, successivamente, di realizzazione dei lavori. La durata è prevista in 36 mesi, in sinergia con gli amministratori locali“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità