Bambini e adolescenti, percorsi e problematiche. A Palermo il secondo Congresso della Società Italiana di Psicologia Pediatrica

Il Congresso si terrà presso la sede dell’Ordine dei Medici di Palermo a Villa Magnisi, dal 7 al 9 novembre.

Organizzato dalla Società Italiana di Psicologia Pediatrica e dall’Ordine degli Psicologi della Sicilia in collaborazione con l’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia Cervello, l’Assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione della Regione Siciliana e Formez PA.


Palermo, 6 Novembre 2019

“Tempi di transizione. Sostenere le transizioni del bambino e dell’adolescente in condizioni pediatriche” è il tema del secondo Congresso internazionale della Società Italiana di Psicologia Pediatrica che si terrà a Palermo dal 7 al 9 novembre presso la sede dell’Ordine dei Medici a Villa Magnisi,

Organizzato dalla Società Italiana di Psicologia Pediatrica e dall’Ordine degli Psicologi della Sicilia in collaborazione con l’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia Cervello, l’Assessorato regionale all’Istruzione e alla Formazione della Regione Siciliana e Formez PA nell’ambito del Por Fse, l’evento intende aprire una riflessione sui percorsi intrapresi negli ultimi anni dai professionisti che operano nel settore e approfondire i cambiamenti evolutivi dei bambini. I lavori si apriranno domani alle ore 15 con gli interventi fra gli altri degli Assessori regionali alla salute Ruggero Razza e all’Istruzione Roberto Lagalla, del Sindaco Leoluca Orlando, del Rettore, Fabrizio Micari, del Direttore dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello, Walter Messina.

Nel corso dell’evento, attraverso dibattiti e tavole rotonde, saranno affrontati, in termini di prevenzione e di supporto, le difficoltà della crescita che sorgono durante una patologia, con l’obiettivo di portare all’attenzione degli operatori del settore (psicologi, pediatri, neuropsichiatri infantili, ginecologi, infermieri, ecc.) come tali problematiche possano iscriversi tra i fattori di rischio dell’infanzia e dell’adolescenza che hanno, poi, ricadute sociali preoccupanti come instabilità, depressione, problemi scolastici e difficoltà nell’inserimento del mondo del lavoro.

Villa Magnisi, sede dell’Ordine dei Medici di Palermo

Per Giovanna Perricone, Presidente della Società Italiana di Psicologia Pediatrica, “è sempre più necessaria la presenza degli psicologi in sanità, soprattutto per quanto riguarda i bambini. Basti pensare che oltre il 10% dei minori di età compresa tra 0 e 14 anni in Italia soffre di almeno una malattia cronica. E ci colpiscono per esempio i circa 10.000 bambini che ogni anno si ammalano di una malattia reumatica, o i 20.000 bambini e adolescenti con nefropatia. E ancora appaiono particolarmente preoccupanti i dati relativi alla percentuale di coloro che ogni anno nascono con una patologia rara (circa il 70% dei malati in Italia), così come la rilevazione che su 1000 nati vivi tra i 6 e gli 8 nascono con una cardiopatia congenita, spesso peraltro una delle principali cause di mortalità infantile, o le cifre sull’incidenza delle patologie tumorali in età pediatrica: ogni anno oltre 160 nuove diagnosi in minori tra i 0 e i 14 anni. A tutto ciò, come ci suggeriscono diversi studi del settore, si aggiunge la considerazione della crescente associazione tra malattie croniche o severe in età pediatrica e la presenza di sintomi psicopatologici, in particolare di ansia e depressione”. Per queste, e per altre ragioni – conclude Perriconedurante il congresso discuteremo anche sui metodi da adottare per sostenere il cammino di crescita di ogni bambino e di ogni adolescente che deve affrontare una malattia”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *