Martedì 2 febbraio “Giornata di informazione sul Covid-19: aspetti sociali e clinico-assistenziali”

Catania, 1 Febbraio 2021

Dalle misure per difendersi dal contagio alle informazioni su attività sessuale, gravidanza e virus. E ovviamente chiarimenti su campagna vaccinale e percorsi sul territorio.

Nasce da un’idea del Professor Nino Pavone, primario emerito di Neurologia dell’ospedale “Garibaldi” di Catania il ciclo di incontri tenuto negli istituti scolastici che incrocia medici e docenti.

Dopo una positiva esperienza al liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, una nuova “Giornata di informazione sul Covid-19: aspetti sociali e clinico-assistenziali” è stata fissata per martedì 2 febbraio a partire dalle ore 9,30, sempre a cura del liceo acese, dell’Istituto Lucia Mangano e dell’associazione “Amici del Garibaldi”.

Questo il programma: dopo i saluti di Enza Ciraldo, dirigente scolastica dello “Spedalieri” e l’introduzione di  Maria Castiglione, dirigente scolastica Liceo Classico Gulli e Pennisi (Acireale), di Antonino Pavone, Primario emerito ARNAS Garibaldi (Catania), seguirà l’intervento dell’Assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Siciliana Roberto Lagalla.

 

I lavori, moderati da Pavone, proseguiranno su:

“Infezioni da SARS-CoV-2” (Benedetta Stancanelli, Dirigente Medico UOC Medicina Interna Ospedale Cannizzaro- Catania)

“Campagna vaccinale anti-Covid-19” (Claudio Mastroianni, Ordinario di Malattie Infettive Università La Sapienza (Roma)

“Aspetti organizzativi e percorsi ospedalieri del paziente affetto da Covid-19”(Fabrizio De Nicola, Direttore Generale ARNAS Garibaldi (Catania)

“Plasma iperimmune”, (Nuccio Sciacca, Direttore UOC Medicina Trasfusionale ARNAS Garibaldi (Catania)

“Attività sessuale, gravidanza e Covid-19” (Giuseppe Ettore, Direttore Dipartimento Materno-Infantile ARNAS Garibaldi (Catania)

“Il Covid-19 nel territorio” (Domenico Grimaldi, Medicina di famiglia Università di Catania)

Conclude la dirigente Enza Ciraldo.

L’evento sarà condotto con la modalità a distanza e nel rispetto delle misure di sicurezza per il contenimento dell’emergenza da Covid-19.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *