Covid-19: ecco le raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare e per i caregiver

Secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità e l’Istituto superiore di sanità durante il periodo di isolamento o quarantena a causa dell’infezione da Coronavirus si dovrebbero seguire delle regole.

Di Melania Sorbera

Alcune di queste regole sono rivolte al malato altre a coloro che lo assistono. Vediamo quali sono. La “persona con sospetta o accertata infezione Covid-19 deve stare lontana dagli altri familiari, se possibile, in una stanza singola ben ventilata e non deve ricevere visite“. Deve inoltre “indossare una mascherina chirurgica per recarsi nella struttura sanitaria e mantenere la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone“.

Chi assiste il malato è, invece, soggetto ad altre raccomandazioni, tra queste sicuramente quella di avere un buono stato di salute. Occorre “indossare una mascherina chirurgica accuratamente posizionata sul viso quando si trova nella stessa stanza“, “deve coprire la bocca e il naso quando tossisce o starnutisce utilizzando fazzoletti possibilmente monouso o il gomito piegato, quindi deve lavarsi le mani“.

L’igiene, infatti, inizia dalle mani. “Queste devono essere accuratamente lavate con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica dopo ogni contatto con il malato o con il suo ambiente circostante, prima e dopo aver preparato il cibo, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno e ogni volta che le mani appaiono sporche” e vanno “asciugate utilizzando asciugamani di carta usa e getta“.

In generale “i membri della famiglia devono soggiornare in altre stanze o, se non e’ possibile, mantenere una distanza di almeno 1 metro dalla persona malata e dormire in un letto diverso“. Occorrerebbe inoltre, “utilizzare contenitori con apertura a pedale dotati di doppio sacchetto, posizionati all’interno della stanza del malato, per gettare guanti, fazzoletti, maschere e altri rifiuti“.

La raccolta differenziata durante il periodo di isolamento va sospesa per evitare “l’accumulo di materiali potenzialmente pericolosi che vanno invece eliminati nel bidone dell’indifferenziata“.

Le superfici casalinghe quali sanitari e mobili della camera da letto, devono essere pulite e disinfettate quotidianamentecon un normale disinfettante domestico, o con prodotti a base di cloro, candeggina alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%, indossando i guanti e indumenti protettivi, ad esempio un grembiule di plastica”.

Bisogna anche “utilizzare la mascherina quando si cambiano le lenzuola del letto del malato” e lavare “vestiti, lenzuola, asciugamani, ecc. del malato in lavatrice a 60-90°.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità