Prof. Bruno Cacopardo: “I pazienti sono stati sottoposti a tampone e successivo sequenziamento dell’estratto molecolare presso il laboratorio regionale di riferimento del Policlinico Rodolico. 

Catania, 13 Febbraio 2021

Grazie all’esperienza acquisita, in questo anno di duro ed efficace contrasto al Coronavirus, siamo riusciti a individuare e isolare quattro casi di infezione Covid-19 da variante inglese. I pazienti, che si trovano in cura presso l’ospedale Garibaldi di Catania, sono stati sottoposti a tampone e successivo sequenziamento dell’estratto molecolare presso il laboratorio regionale di riferimento del Policlinico Rodolico. 

Va sottolineato che la presenza della variante inglese comporta un lieve impatto epidemiologico e clinico, traducendosi in una maggiore contagiosità, ma mantenendo comunque una medesima intensità di sintomatologia rispetto al ceppo ordinario. 

La situazione relativa all’ospedale Garibaldi, in particolare, è assolutamente sotto controllo grazie alla completa collaborazione di tutti i professionisti dell’Azienda.

I pazienti in questione sono in isolamento presso la struttura di biocontenimento del reparto di malattie infettive del nosocomio catanese e vengono trattati secondo le più recenti indicazioni di contrasto alla diffusione del virus. 

Inoltre sono già scattati controlli sul personale sanitario e l’adeguato conctat tracing a cui sta collaborando anche l’Azienda sanitaria provinciale di Catania.

Va ricordato, infine, che la campagna di vaccinazione, in corso nella nostra regione con ottimi risultati, è complementare ai comportamenti di ciascuno: non va mai abbassata la guardia e le misure che tutti oramai conosciamo restano sempre determinanti per sconfiggere il virus pandemico“. Lo dice il Professore Bruno Cacopardo, Direttore dell’Uoc di Malattie infettive dell’Arnas Garibaldi di Catania.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità