Covid: al via a Siracusa le vaccinazioni su target “estremamente vulnerabili”

I cittadini estremamente vulnerabili a partire da 16 anni e agli over 80 riceveranno il vaccino Pfizer/Biontech. E’ possibile prenotare l’appuntamento nel portale gestito da Poste Italiane accessibile anche dalla home page del sito internet dell’Asp di Siracusa

Siracusa, 16 Marzo 2021

E’ partita la campagna di vaccinazione anti-Covid per le persone “estremamente vulnerabili” con la possibilità già da questa mattina di prenotare l’appuntamento nel portale gestito da Poste Italiane accessibile anche dalla home page del sito internet dell’Asp di Siracusa www.asp.sr.it. Gli ospedali e il Centro Hub vaccinale Urban Center sono le sedi in provincia di Siracusa previste nelle agende di prenotazione per la somministrazione del vaccino Pfizer/Biontech già da domani ai cittadini estremamente vulnerabili a partire da 16 anni e agli over 80.

Per i cittadini che, per condizioni di salute certificate, non potranno recarsi nei punti vaccinali territoriali, sarà sempre possibile prenotare la vaccinazione a domicilio, tramite call-center o piattaforma informatica.

Oltre alla modalità online si può chiamare il numero verde dedicato (800.00.99.66), attivo da lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). Inoltre, la registrazione è effettuabile anche attraverso gli sportelli Postamat e tramite il canale costituito dai portalettere di Poste Italiane che possono inserire in agenda gli appuntamenti richiesti dai cittadini appartenenti alla categoria interessata.

La categoria “estremamente vulnerabili”, riguarda persone affette da condizioni di danno d’organo preesistente o che in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a SARS-CoV-2 hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di Covid-19 come da tabella nazionale.

Il riconoscimento di soggetto estremamente vulnerabile non è soggettivo ma già la stessa piattaforma informatica consente esclusivamente l’accesso ai cittadini che, attraverso il proprio codice fiscale e la tessera sanitaria, sono riconosciuti in tale categoria.

Si tratta del secondo importante step su un target fragile: la Sicilia, infatti, già lo scorso 2 marzo ha avviato la campagna di somministrazione del vaccino sui disabili gravissimi ed i loro caregiver.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *