Dieta alimentare: esiste un modo per prepararsi alle festività natalizie?

Arrivano le festività natalizie e dopo la befana molti italiani pesano in media uno, due chili in più. Esiste un protocollo alimentare da seguire prima e dopo le Feste? Ne parliamo con la Nutrizionista siracusana Maria Carcò.

di Melania Sorbera

C’è chi pensa che occorra limitarsi durante le feste. Cosa ne pensa la Nutrizionista Maria Carcò?Penso che sia giusto introdurre sempre il corretto apporto calorico, quello necessario al dispendio energetico di ognuno di noi. Quello che conta, più dei comportamenti da adottare durante le giornate di festa, è lo stile di vita di ogni giorno. Bene la convivialità – dice la Carcòdurante le feste è meglio concedersi un pasto abbondante, svagarsi, mangiare quello che ci piace. Badare non tanto alla quantità ma alla qualità di quello che introduciamo, soddisfacendo il lato edonistico del consumo. La socialità aiuta ad avere un buon umore e ad avere un rapporto più sereno con il cibo. Scegliere durante le feste cosa ci piace di più. Poi, però, durante l’arco della giornata fare un pasto più leggero o addirittura saltare il pasto e consumare una tisana. E’ importante bilanciare l’apporto calorico con il secondo pasto“.

C’è chi pensa che occorra perdere qualche chilo prima delle feste natalizie ma esiste un modo per prepararsi ai fatidici giorni?Prima delle feste evitare di strafare con i dolci, con i cibi ipercalorici, con i cibi ricchi di grassi, le salse, gli intingoli – aggiunge la Nutrizionista – consumare, invece, cibi preparati in modo semplice, non eccessivamente conditi, seguire la complementarietà del pasto, limitare le porzioni, fare attività fisica regolare, bere tanta acqua. Ricordiamo che da Natale all’Epifania sono c’è una festa continua, I giorni di festa in fondo sono pochi”.

Ci sono dei cibi di stagione detox e antinfiammatori? “L’alimento miracoloso purtroppo non esiste. Tra i cibi di stagione detox e antinfiammatori potremmo comunque consumare: il carciofo, la cicoria e tutti i cibi amari. Le verdure amare in generale stimolano e aiutano tanto il lavoro del fegato. Poi ci sono, ancora, il finocchio, il broccolo, un ottimo antitumorale che contiene il magnesio potassio e acido folico. Tra la frutta il melograno, ricchissimo di antiossidanti e potassio e le arance con il loro apporto di vitamina C, utili anche per la difesa del sistema immunitario“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità