Emergenza Intraospedaliera: progetto di formazione all’ospedale di Vittoria

Il corso è rivolto alle Unità Operative e Servizi dell’ospedale “R. Guzzardi” di Vittoria. Il progetto nasce dalla consapevolezza che negli ospedali sia possibile prevenire le morti evitabili grazie alla formazione degli operatori sanitari sull’utilizzo del carrello di emergenza.

Ragusa, 26 maggio 2022

Parte dal P.O. di Vittoria il progetto “Emergenza Intraospedaliera”, scaturito dalla consapevolezza e dalle evidenze scientifiche che dimostrano come, negli ospedali, sia possibile prevenire e intervenire – riducendo così gli eventi avversi – le morti evitabili grazie alla formazione degli operatori sull’utilizzo del carrello di emergenza.  

Il corso è rivolto alle Unità Operative e Servizi dell’ospedale “R. Guzzardi” di Vittoria. Docenti del percorso formativo sono: dirigenti medici Linda Lo Magno e Fabio Casella Pizzardi; gli infermieri Angelo Alfieri, Barbara Sinatra, Antonella Squintu, Salvatore Puccio, Raffaele Battaglia, Gianfranco Di Noto. Personale di supporto Salvatrice Digeronimo, Debora Chinnici, M. Giovanna Polizzi, Giuseppa Eterno e il coordinatore del progetto e dei formatori Fabrizio Pelligra – infermiere coordinatore.  

Dall’inizio del corso, aprile 2022, sono stati formati – con il precipuo obiettivo di potenziare e dare una risposta rapida alle emergenze in termini di sicurezza dei pazienti ricoverati – gli infermieri, circa 100 a oggi, con due incontri per ciascuna Unità Operativa e Servizi.   

Il programma affronta la conoscenza fisica del carrello di emergenza e del suo utilizzo, nonché la verifica e la check list dello stesso e degli elementi che lo compongono. Inoltre, in un secondo step sono state incluse esercitazioni pratiche, con modalità HANDS ON, simulazioni ed esempi concreti per un approccio condivisibile alla ricerca di un modello unico di intervento.   

Il Medical Emergency TeamMET -, a chiusura dei lavori, ha analizzato quanto è emerso dai questionari specifici, con argomenti significativi. È emerso che gli infermieri hanno accolto il corso con interesse e partecipazione, poiché da tempo in attesa di formazione specifica, con feedback positivo per i contenuti formativi e per la parte pratica.   

L’esperienza comune ha messo in evidenza una mancanza del metodo per il giusto approccio all’emergenza, che è stata acquisita grazie al corso di formazione.   

«Con la formazione degli operatori sanitari si può migliorare la performance nell’Emergenza e tendere all’efficacia e all’efficienza del trattamento. Infatti, è auspicabile il RETRAINING in un contesto di formazione permanente» ha sottolineato il direttore dell’U.O.C. Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore – Sebastiano Tiralongo.  

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità