L’acne cos’è e come si cura. Il parere dell’esperto

Con l’uso della mascherina è notevolmente peggiorata. Gli adolescenti che soffrono di acne in Italia sono circa 4 milioni. Ci sono anche parecchi adulti, uno su dieci e, in alcuni casi, persino i bambini piccoli.

Di Melania Sorbera

Una vera e propria patologia che colpisce le persone nell’età dello sviluppo ma cos’è l’Acne?E’ una malattia della pelle legata ad un processo infiammatorio del follicolo pilosebaceo – spiega Nicola Balato, docente di Dermatologia all’Università Federico II di Napoli e responsabile scientifico de “La scuola della Psoriasi” – le zone più colpite sono viso e tronco, cioè le zone cutanee più seborroiche. Le manifestazioni dell’acne sono estremamente polimorfe e vanno da: comedoni, papule, pustole fino ad arrivare a manifestazioni più gravi quali noduli, cisti e ascessi. Le lesioni più gravi comportano esiti cicatriziali. Per questo motivo si distinguono varie forme cliniche: l’Acne Comedonica; l’Acne Papulosa, l’Acne Cistica; l’Acne Conglobata e l’Acne cheloidea“. Le cause sono diverse, vediamo quali: “Ipercheratinizzazione e occlusione del follicolo pilosebaceo; iperattività della ghiandola sebacea; iperattività proinfiammatoria del Cutibacterium Acnes e l’infiammazione intra e perifollicolare – spiega Balato -. E’ stato visto che fenomeni infiammatori sono presenti in sedi perifollicolari già dalle prime fasi delle lesioni acneiche e per questo motivo, oggi, l’infiammazione è da considerare come l’evento primario della cascata patogenetica dell’acne“.

Chi ne soffre può adottare degli accorgimenti?I cosmetici anche se non hanno un’azione terapeutica possono contenere ingredienti che hanno un’azione idratante, corneolitica, seboregolatrice, lenitiva. Servono, sicuramente, come camouflage per mascherare lesioni acneiche e cicatrici“.

L’acne è molto comune nei soggetti tra i 12 e i 25 anni, quale potrebbe essere la terapia? Nell’acne lieve la terapia topica è costituita da benzoilperossido, retinoidi topici o fototerapia UVB a banda stretta; in quella moderata la terapia topica è costyituita da benzoiperossido, retinoidi topici, antibiotici topici  o antibiotici orali e fototerapia UVB a banda stretta; in quella grave la terapia topica è costituita da benzoilperossido e terapia generale con antibiotici e isotretinoina. È preferibile non usare mai associazione tra antibiotici topici e antibiotici orali per non creare resistenze batteriche“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità