Merck Italia: nominato il nuovo General Manager per il business Healthcare

Jan Kirsten
Jan Kirsten è stato nominato nuovo General Manager per il business Healthcare di Merck in Italia, a partire dal 1 luglio. Kirsten succede ad Antonio Messina e sarà responsabile per lo sviluppo strategico del business e delle local operations Healthcare.

Roma, 8 giugno 2021

Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, annuncia la nomina di Jan Kirsten, attualmente Senior Vice President, Global Head of Business Franchise Fertility, come nuovo General Manager per il business Healthcare di Merck in Italia, a partire dal 1 Luglio 2021.

Nel suo nuovo ruolo sarà a capo delle attività di sviluppo strategico del business di Merck in Italia.

Sin dal suo arrivo in Merck KGaA nel 2007, Jan Kirsten ha ricoperto diversi ruoli di crescente responsabilità, tra i quali quello di Head of Group Strategy. Nel 2012 è poi passato in Siemens. Rientrato in Merck nel 2014 come Global Head of Fertility Technologies, è stato successivamente promosso a Senior Vice President, Global Head of the Business Franchise Fertility.

Jan Kirsten è un leader appassionato e intraprendente che porterà la sua grande esperienza in questo nuovo ruolo” dichiara Marieta Jiménez, Regional Vice President Merck Healthcare Europe. “La sua visione strategica si coniuga con una leadership basata sui valori e con una forte autorevolezza in ambito scientifico. Sono certa che saprà dare un prezioso contributo allo sviluppo del business Healthcare di Merck in Italia”.

Il percorso professionale di Jan Kirsten lo ha visto impegnato in grandi realtà del biotech e del farmaceutico così come in importanti aziende health-tech.

Nel corso degli ultimi anni egli ha contribuito significativamente alla crescita del Franchise Fertility ed alla trasformazione del business Healthcare di Merck in quest’area. Detiene un dottorato di ricerca in Business Management, un master in Business Research ed un Master of Science in Biologia Molecolare.

Non vedo l’ora di intraprendere questa nuova avventura, assicurando il miglior accesso ai trattamenti Merck per i pazienti in Italia” dichiara Jan Kirsten. “L’organizzazione italiana ha un ruolo importante all’interno del Gruppo Merck, con  grandi capacità nella R&S e nella produzione. Continueremo ad investire sia nelle nostre infrastrutture locali che nelle nostre persone, con una forte attenzione all’innovazione e alla sostenibilità, per poter continuare a rispondere ai bisogni insoddisfatti dei pazienti e fare una concreta differenza nelle loro vite“.

Merck ha una lunga tradizione in Italia: è qui che, ai primi del ‘900, il Professore Cesare Serono diede vita all’Istituto Nazionale Medico-Farmacologico, ponendo le basi di quello che poi è diventato il business biofarmaceutico del Gruppo Merck.

Continueremo a costruire su questa storia gloriosa” sottolinea Jan Kirsten. “Grazie alla forte integrazione tra le operazioni commerciali e i siti di produzione e ricerca, Merck Italia costituisce un polo di eccellenza e una realtà strategica per il business Healthcare di Merck. Inoltre, in aggiunta alla nostra consolidata presenza in ambito farmaceutico, i nostri forti business Life Science ed Electronics offrono importanti sinergie in termini di conoscenze e tecnologie“.

Jan Kirsten succede ad Antonio Messina, che lascerà la guida del business Healthcare di Merck in Italia dopo 15 anni.

 
Informazioni su Merck

Merck è un’azienda impegnata nell’innovazione scientifica e tecnologica che opera nei settori healthcare, life science ed electronics. I suoi 58.000 dipendenti lavorano ogni giorno perché la vita di milioni di persone sia più felice e sostenibile. Merck è presente ovunque: dalle più avanzate tecnologie per l’editing genetico alla scoperta di trattamenti all’avanguardia per le patologie più difficili, fino allo studio di tecnologie che permettano ai device di diventare “intelligenti”. Nel 2020 Merck ha generato vendite per 17,5 miliardi di Euro in 66 Paesi.

Ricerca scientifica e gestione imprenditoriale responsabile sono state la chiave per il raggiungimento dei traguardi scientifici e tecnologici di Merck, che opera secondo questa filosofia sin dalla sua fondazione nel 1668. La famiglia fondatrice possiede tuttora la partecipazione di maggioranza nella Società, che è quotata alla borsa di Francoforte. Merck detiene i diritti sul nome e sul marchio Merck a livello globale. Le sole eccezioni sono Stati Uniti e Canada, dove l’azienda opera con le denominazioni EMD Serono nell’healthcare, Millipore Sigma nel life science e EMD Electronics.

Per maggiori informazioni su Merckwww.merck.it

 
Merck in Italia

Merck è presente in Italia con oltre 1200 dipendenti, ed opera nei business Healthcare, Life Science & Electronics. L’area di business Healthcare opera in Italia con circa 900 dipendenti, divisi tra gli uffici direzionali di   Roma, il centro di ricerca di Guidonia Montecelio ed il centro di produzione di Modugno-Bari. Inoltre Merck Serono S.p.A. controlla al 100% l’Istituto di Ricerche Biomediche “Antoine Marxer” RBM S.p.A. a Colleretto Giacosa, importante centro di ricerca con un organico di 161 dipendenti.

Grazie all’integrazione tra le attività commerciali e quelle di produzione e di ricerca, l’Italia costituisce un polo di eccellenza ed una realtà strategica per il Gruppo Merck.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *