Nasce FENAGIFAR FOR THE FUTURE, il contenitore di idee e di iniziative pensato per i farmacisti di domani

Il primo progetto “Indossa la terapia”, è già partito: i giovani farmacisti, come coach per il paziente, promuovono l’aderenza al trattamento. Se ne parlerà sabato 5 Ottobre a FarmacistaPiù a Milano.


Milano, 3 Ottobre 2019

Un giovane farmacista sarà a supporto del cittadino nel percorso di aderenza alla terapia grazie al nuovo progetto creato dai giovani di Fenagifar, la Federazione Nazionale Associazioni Giovani Farmacisti italiani con il patrocinio di Fofi e Federfarma“Indossa la terapia” è solo la prima delle iniziative organizzate e realizzate sull’intero territorio italiano nell’ambito di “FENAGIFAR FOR THE FUTURE”, un contenitore di idee che ha l’obiettivo di contribuire a disegnare il futuro della professione dei giovani farmacisti.

Le iniziative di Fenagifar guardano alla farmacia del domani e vogliono ripensare la figura del farmacista, non soltanto come un dispensatore di farmaci ma come un vero e proprio consulente, primo referente per il cittadino.

Il progetto “Indossa la terapia 2019”, realizzato in collaborazione con Pfizer ed Edra, prevede l’organizzazione di 860 giornate in farmacia dedicate al tema dell’aderenza, con particolare attenzione e approfondimento alle terapie antiipertensive, alle dislipidemie, alla cura e alla gestione di ansia e depressione.

Il percorso è già partito a metà settembre e continuerà fino a metà novembre, periodo durante il quale i giovani farmacisti selezionati offrono un servizio di consulenza ed health coaching per sensibilizzare il cittadino all’aderenza terapeutica – spiega Rossella Galetta, Presidente Agifar Bari, giovane farmacista tra le referenti del progetto -. Al momento i primi ventuno giovani farmacisti sono stati selezionati da Fenagifar in tutta Italia: ogni farmacista incontra i pazienti e affronta con loro il tema dell’aderenza terapeutica fornendo consigli e supporto e compilando una scheda personale. La novità è che i coach ricevono anche un compenso e questo fornisce un taglio ancor più professionalizzante a questa attività del farmacista, oltre a quella della dispensazione al banco”.

“Come ha dimostrato scientificamente la sperimentazione condotta dalla FOFI con il progetto I-MUR, l’intervento del farmacista è fondamentale per modificare le abitudini del paziente e il suo approccio alla terapia, quindi questo professionista deve essere coinvolto come interlocutore e partner nello sviluppo e nel successo di un percorso di miglioramento dell’aderenza – aggiunge Davide Petrosillo, Presidente Fenagifar. Come giovani farmacisti ci sentiamo responsabili di contribuire a disegnare il futuro della professione e vogliamo farci interpreti dell’evoluzione del mondo della sanità”.

Di questi temi e di FENAGIFRA FOR THE FUTURE si parlerà anche sabato 5 ottobre alle 16 durante la conferenza “Il farmacista dall’università alla professione: percorsi di crescita, right strategies e soluzioni”, organizzata da Fenagifar e Farma Academy, durante FarmacistaPiù al Milano Convention Centre (MiCo) nella Sala Green 03.

L’evento si svolgerà con il coordinamento del capo ufficio stampa Utifar Alessandro Fornaro, e prevede gli interventi del Presidente Fofi On. Andrea Mandelli, del Presidente Fenagifar Davide Petrosillo, del segretario Fofi e Presidente Farma Academy Maurizio Pace, del Presidente Agifar Milano Luigi Congi, del Presidente Agifar Bari Rossella Galetta, del Presidente Agifar Lecco Paolo Generosa, del Presidente Agifar Latina Ginevra Gianantonio e di Emanuele Rigon di Farmalavoro

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *