Tamponi molecolari nelle farmacie lombarde. Al via progetto per ampliare l’offerta diagnostica

La Lombardia diventa la prima regione dove le farmacie possono effettuare i prelievi per l’esecuzione dei test molecolari.
L’intesa siglata tra Federfarma Lombardia e Federlab Italia avvia un percorso strutturato che si arricchirà presto di ulteriori prestazioni diagnostiche, segnando un passo fondamentale verso la piena attuazione della farmacia dei servizi.

Milano, 1 settembre 2021

In Lombardia, la realizzazione concreta della farmacia dei servizi è sempre più vicina. Nelle farmacie di comunità i cittadini potranno infatti richiedere non solo il test rapido per la diagnosi di Covid-19, ma anche il tampone molecolare. Lo prevede il protocollo d’intesa stipulato, nei giorni scorsi, tra l’Unione regionale dei titolari di farmacia e Federlab Italia, una delle maggiori associazioni di laboratori di analisi cliniche e centri poliambulatoriali privati accreditati con il SSN (oltre 2.000 strutture, su tutto il territorio italiano).

La Lombardia, grazie a questo accordo quadro, diventa così la prima regione dove le farmacie possono effettuare i prelievi per l’esecuzione dei test molecolari.

Non solo: l’accordo con Federlab consentirà, nel prossimo futuro, di estendere l’offerta diagnostica, dando alle farmacie lombarde la possibilità di diventare a tutti gli effetti un punto d’accesso e di prenotazione per le prestazioni di laboratorio, con la comodità di un servizio capillare, fruibile in un’ampia fascia oraria e a un costo vantaggioso per il cittadino.

In base a quanto stabilito dal protocollo, l’associazione dei laboratoristi garantirà alle farmacie di Federfarma Lombardia la disponibilità della propria rete di strutture di Sorveglianza Integrata Covid (SIC), fornendo tutto il materiale necessario per l’esecuzione dei prelievi. Il materiale sarà poi ritirato da Federlab per essere sottoposto ad analisi nei laboratori dell’associazione.

Si aggiunge una nuova tessera al mosaico della farmacia dei servizi, riconfermando l’importante ruolo sanitario svolto dal farmacista di comunità”, dichiara Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia. Questo accordo ci permetterà di offrire una gamma di prestazioni diagnostiche sempre più ampia: ancora una volta siamo al fianco dei cittadini, per rispondere alle loro diverse esigenze di salute. Mettendo a fattore comune la facile accessibilità delle farmacie territoriali e la capacità analitica di una grande rete di laboratori, potremo garantire un servizio professionale, rapido ed efficiente, nell’interesse dei nostri pazienti”.

La capillare diffusione delle farmacie su tutto il territorio regionale e il lavoro sinergico delle nostre strutture altamente specializzate consentono di mettere in campo un’azione di sorveglianza epidemiologica ancora più accurata ed estesa, che rappresenta solo il primo assaggio delle implementazioni che riguarderanno nuove ed ulteriori prestazioni da proporre nel prossimo futuro“, spiega Gennaro Lamberti, Presidente di Federlab Italia. “D’altronde – prosegue il leader dei laboratoristi – non bisogna mai abbassare la guardia e proprio da questa nuova alleanza, nata nel segno della tutela della salute pubblica, può prendere forma un nuovo e più efficace metodo di monitoraggio e tracciamento dei casi di contagio, in grado di consentire al nostro Paese una reale ripartenza in sicurezza“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità