Urologia di Enna, nuovo sistema laser a olmio all’ospedale Umberto I

Il Dott. Bologna con la sua equipe e il nuovo laser
Il nuovissimo sistema laser a olmio ad altissima potenza è indicato per il trattamento della calcolosi urinaria

Enna, 15 Marzo 2021

L’Unità Operativa Complessa di Urologia dell’Ospedale Umberto I di Enna aumenta la dotazione tecnologica con l’acquisizione del nuovissimo sistema laser a olmio ad altissima potenza, 100 watt, da utilizzare per il trattamento della calcolosi urinaria.

Il nuovo sistema completa la dotazione strumentale a disposizione del reparto affiancandosi alle già presenti attrezzature, pluri e monouso, di endourologia e al sistema di Litotrissia extracorporea presente in pianta stabile presso l’Unità Operativa di Urologia dell’ospedale ennese.

Il Dott Giovanni Bologna, Direttore facente funzione dell’Urologia, ringrazia, a nome suo e dei suoi collaboratori, i medici Emilio Malacasa, Tommaso Torre, Francesco Failla, Daniele Campisi e Carmelo Di Franco, “… il Direttore Generale, Dott. Francesco Iudica, e il suo staff, per averci permesso di acquisire l’innovativa e potente attrezzatura.

Il laser a olmio, per l’alta potenza e la versatilità, ci permetterà di migliorare sensibilmente il trattamento di tutti i tipi di calcoli urinari, in particolare di quelli intrarenali, duri e di volume considerevole. Il nuovo sistema, unico in Sicilia al momento, permette di ridurre i tempi delle sedute operatorie con minore esposizione anestesiologica e radiologica; è dotato, inoltre, della capacità di annullare l’effetto di retropulsione del calcolo e dell’effetto DUSTING (polverizzazione) tra i migliori in commercio.

La qualità delle prestazioni aumenterà in modo considerevole per i nostri pazienti, molti numerosi, sia in regime di elezione che in urgenza, e provenienti anche dalle province vicine di Caltanissetta, Catania e Agrigento.

L’impiego del nuovo laser ci permetterà, in un prossimo futuro, anche il trattamento di altre patologie, a partire da quella prostatica benigna con metodi innovativi, quali l’HOLEP, e nel campo delle stenosi uretrali”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità