Consegnate questa mattina 7000 dosi di vaccino all’Ospedale “Gravina” di Caltagirone. Le scorte sono state stoccate e poi divise con l’Ospedale di Giarre. Vaccini somministrati (nell’ordine) a Caltagirone, Acireale, Paternò, Biancavilla e Giarre. Nei primi giorni del nuovo anno vaccinazioni anche a Bronte e Militello.

Catania, 31 Dicembre 2020

Alle ore 9.00 di questa mattina, scortate dai Carabinieri, sono state consegnate, all’Ospedale “Gravina” di Caltagirone, 7.000 dosi di vaccino contro il Covid-19. Dopo lo stoccaggio, parte della fornitura è stata trasferita all’Ospedale di Giarre, da dove è partita la fornitura iniziale per i Presidi di Acireale, Biancavilla e Paternò.

Presente, a tutte le operazioni, il direttore del Dipartimento del Farmaco, Dott.ssa Anna D’Agata.

La Direzione Aziendale ha costantemente monitorato tutte le fasi – dalla consegna, alla distribuzione, alla vaccinazione degli operatori – consapevole del grande ruolo che avrà l’Asp di Catania nella campagna di vaccinazione sul territorio.

 

Somministrate anche le prime dosi di vaccino in cinque Ospedali dell’Asp

Alle ore 11.00, all’Ospedale di Caltagirone, sono stati somministrati i primi vaccini agli operatori dei reparti di Radiologia, Rianimazione, Malattie Infettive e Pronto Soccorso dell’Ospedale di Caltagirone, e delle Usca del Distretto Sanitario di Caltagirone.

La prima a vaccinarsi è stata la signora Rosa Reale, infermiera professionale dell’UOC di Radiologia del “Gravina”.

«Solo vaccinandoci riusciremo a ritornare alla normalità e a riabbracciarci – ha detto -. Sono molto convinta della scelta che ho fatto e sono sicura che saranno molti i colleghi ad aderire. Questo vaccino rappresenta il coronamento di decenni di ricerche e di vaccinazioni. Il futuro ha speranza! Non abbassiamo però la guardia, continuiamo a rispettare le regole per prevenire i contagi, a usare la mascherina, lavare spesso le mani e rispettare le distanze interpersonali».

Nella stessa mattina, così come voluto dall’Assessore regionale alla Salute, Avv. Ruggero Razza, per l’intero territorio regionale, sono state somministrate le prime vaccinazioni anche negli Ospedali di (nell’ordine) Acireale, Paternò, Biancavilla e Giarre. 72 gli operatori vaccinati.

Nei primi giorni del nuovo anno saranno attivi anche i Punti Vaccinazione degli Ospedali di Bronte e Militello. La somministrazione dei vaccini proseguirà così, nei giorni a seguire, nei sette Presidi dell’Asp di Catania.

 

Una rete capillare per garantire le vaccinazioni sul territorio

A questi Punti, sempre nei primi giorni dell’anno, gradualmente, se ne aggiungeranno altri nei Distretti sanitari, oltre a postazioni mobili per le vaccinazioni nelle Rsa e nei Centri residenziali per anziani. Sarà comunque valutata l’istituzione di ulteriori Punti.

La campagna di vaccinazione della popolazione proseguirà, in seguito, secondo le priorità individuate dalle disposizioni nazionali e regionali, e sarà garantita in modo capillare in tutti i Comuni della Provincia.

Come noto, in questa prima fase, il vaccino sarà somministrato agli operatori sanitari. Seguiranno gli ospiti e gli operatori delle Rsa e dei Centri residenziali per anziani.

Presso i Punti di Vaccinazione Ospedaliera (Pvo) operano un farmacista, un medico igienista, un infermiere e un operatore informatico che provvederà alla raccolta e registrazione dei dati in modalità digitale e cartacea.

 

Un form per aderire alla campagna di vaccinazione anti-Covid

Per promuovere la partecipazione alla campagna vaccinale da parte del personale sanitario, sociosanitario e dei lavoratori che operano nell’ambito ospedaliero del Sistema sanitario regionale, la Regione ha predisposto un form di pre-adesione raggiungibile al link:

https://testcovid.costruiresalute.it/tamponi/scheda_prenotazione_vaccino.php.

Per maggiori informazioni sul vaccino, sugli obiettivi della campagna, sulle categorie prioritarie nella prima fase… consultare la pagina “Vaccini anti Covid-19” del Ministero della Salute, al seguente link: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=249.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *