ZEISS, con le riaperture torna l’importanza di proteggere gli occhi dai raggi UV

La luce ultravioletta è presente d’estate come d’inverno sia in caso di giornate soleggiate sia in quelle nuvolose: basti pensare che, ad esempio, l’intensità dei raggi UV con il cielo coperto si aggira intorno al 70%

Castiglione Olona (VA), 27 Aprile 2021

Giornate più lunghe e soleggiate e, finalmente, la possibilità di uscire all’aria aperta, passeggiare e fare attività fisica: inizia il periodo dell’anno in cui si sente più spesso parlare dell’importanza di proteggersi dai raggi UV. In realtà la luce ultravioletta è presente d’estate come d’inverno sia in caso di giornate soleggiate sia in quelle nuvolose: basti pensare che, ad esempio, l’intensità dei raggi UV con il cielo coperto si aggira intorno al 70%.

Ecco perché ZEISS, dal 2018, ha avviato una campagna di sensibilizzazione sui rischi derivanti da una protezione inadeguata degli occhi e dell’area perioculare dai raggi UV e ha integrato di serie in tutte le lenti da vista chiare la tecnologia ZEISS UVProtect, in grado di assorbire l’intero spettro UV dannoso fino a 400nm: questo significa che qualsiasi tipologia di lente da vista chiara ZEISS fornisce la stessa protezione dai raggi UV delle lenti da sole, senza nessuna differenza rispetto alle altre lenti da vista.

Indossare lenti da vista che forniscono una protezione completa dai raggi UV dannosi significa:

  • ridurre l’insorgenza di patologie relative alla cataratta. L’OMS afferma infatti che il 20% di queste sono causate o peggiorate dalle radiazioni UV.
  • limitare l’invecchiamento precoce visibile dell’occhio che, nel 90% dei casi, è causato dai raggi UV. Nonostante siano passati tre anni dal lancio della tecnologia ZEISS UVProtect, oggi ancora la maggior parte delle persone indossa occhiali da vista che non offrono un’adeguata protezione dalle radiazioni UV. Basti pensare che circa 6 lenti su 10 non le bloccano o le bloccano solo parzialmente, aumentando il rischio di danno agli occhi e all’area perioculare[1].
  • diminuire le probabilità di incorrere in congiuntiviti e fotocheratiti che possono provocare danni alla cornea causati dalle forti radiazioni UV. 

Arrossamento degli occhi, ipersensibilità alla luce e lacrimazione sono tra i primi sintomi che un’esposizione eccessiva o non adeguatamente protetta ai raggi UV può provocare ai nostri occhi. Ci sono poi delle superfici, come la sabbia al mare o la neve in montagna, che aumentano notevolmente l’intensità dei raggi solari contribuendo così ad incrementare il rischio di sviluppare, con il passare del tempo, malattie oculari serie alla cornea, alla retina e al cristallino accelerando inoltre l’invecchiamento cutaneo nell’area perioculare” – ha commentato Dott. Franco Spedale, Direttore dell’Unità Operativa a funzione Dipartimentale dell’Oculistica dell’Ospedale di Chiari ASST Franciacorta. “Se vogliamo fare un esempio dei danni causati dagli UV, pensiamo a chi lavora tutta la vita all’aria aperta, come i pescatori: tutti sanno che hanno una pelle particolarmente rugosa, ma forse non tutti sanno che sono spesso soggetti a pterigio, una crescita anomala di tessuto appartenente alla congiuntiva sulla cornea, che non regredisce spontaneamente, ma tende a continuare a crescere invadendo la cornea e limitando, così, la visione.

Scegliere le lenti da vista in maniera consapevole diventa sempre più importante. Informarsi sulle nuove tecnologie anche in ambito lenti da vista, considerare i nuovi trattamenti e parlare insieme all’ottico del proprio stile di vita e delle proprie abitudini sono comportamenti sempre più necessari per assicurarsi non solo la migliore visione ma anche il benessere dei propri occhi.


[1] Dati ANFAO 2021


Informazioni su ZEISS

ZEISS è un’azienda tecnologica leader a livello mondiale, che opera nei settori dell’ottica e dell’optoelettronica. Nel precedente anno fiscale il Gruppo ZEISS ha generato ricavi per oltre 6,3 miliardi di Euro nei suoi quattro segmenti: Semiconductor Manufacturing Technology, Industrial Quality & Research, Medical Technology e Consumer Markets (dati aggiornati al 30 settembre 2020).

Per i suoi clienti, ZEISS sviluppa, produce e distribuisce soluzioni innovative per la metrologia industriale e la garanzia di qualità, per i microscopi usati nelle scienze biologiche e nella ricerca sui materiali e per le tecnologie medicali dedicate alla diagnosi e al trattamento delle malattie nelle specializzazioni di oftalmologia e microchirurgia. Il nome ZEISS è conosciuto nel mondo anche come sinonimo di litografia ottica, strumento usato dall’industria dei chip per la produzione di componenti semiconduttori. La domanda di prodotti a marchio ZEISS quali lenti per occhiali da vista, lenti per foto e videocamere e binoculari è in crescita.

Grazie a un portfolio in linea con le future aree di crescita quali digitalizzazione, sanità e Smart Production e a un marchio forte, con le sue soluzioni ZEISS sta plasmando il futuro e promuovendo la costante evoluzione del mondo dell’ottica e dei campi correlati. ZEISS investe il 13% del suo fatturato in Ricerca e Sviluppo. Queste spese ingenti rappresentano una lunga tradizione presso ZEISS e sono allo stesso tempo un investimento per il futuro.

Con oltre 32.000 collaboratrici e collaboratori, ZEISS opera a livello mondiale in quasi 50 paesi con circa 30 stabilimenti produttivi, 60 sedi di distribuzione e assistenza e 27 centri di ricerca e sviluppo. La sede centrale dell’azienda, fondata a Jena nel 1846, si trova a Oberkochen in Germania. La Carl Zeiss Foundation, una delle più grandi fondazioni tedesche dedicate alla promozione della scienza, è il proprietario unico della holding Carl Zeiss SpA.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito: www.zeiss.it

 

ZEISS Vision Care

ZEISS Vision Care è uno dei leader mondiali nella produzione di lenti per occhiali da vista e strumenti oftalmici. All’interno del segmento Consumer Markets questa area sviluppa e produce strumenti e soluzioni per l’intera catena di valore dell’ottica oftalmica, che vengono commercializzati in tutto il mondo con il marchio ZEISS.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *