Il piano per far fronte all’emergenza Covid definito dalla Direzione dell’ASST Sette Laghi sta entrando nella fase 4, che prevede il ricovero di pazienti Covid+ in una delle altre sedi ospedaliere aziendali


Varese, 30 Ottobre 2020

L’Ospedale di Circolo sta completando il piano di conversione dei reparti dedicandoli ai pazienti Covid.

Per quanto riguarda le Terapie Intensive, si tratta della Terapia Intensiva Generale, della Terapia Intensiva Cardiochirurgica e, da ieri, della Terapia Intensiva Neurochirurgica, per un totale di 30 posti letto ad alta intensità di cura dedicati ai pazienti più duramente colpiti dal Covid.

Sul fronte dei posti letto per acuti, invece, si sta procedendo alla conversione in reparti covid dei 54 letti del quinto piano ovest e di 36 letti delle Cure Subacute al secondo piano del Padiglione Centrale.

Contestualmente, il piano per far fronte all’emergenza Covid definito dalla Direzione dell’ASST Sette Laghi sta entrando nella fase 4, che prevede il ricovero di pazienti Covid+ in una delle altre sedi ospedaliere aziendali.

A questo proposito,  la sede individuata è quella di Angera che permetterà di rendere gradualmente disponibili 75 posti letto. Per giungere a questo risultato, si rende necessario trasferire la Geriatria da Angera a Tradate, l’Ortopedia di Angera a Cittiglio, mentre le Cure Subacute da Angera sono in corso di trasferimento all’Ospedale di Luino.

Nessuna novità per il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Angera, che si mantiene regolarmente in attività.

E’ in corso inoltre una valutazione per rimodulare e contrarre l’attività ambulatoriale con l’obiettivo di garantire tutte le prestazioni con priorità U e B, ma anche mantenere altre prestazioni per tutte le specialità che non sono coinvolte, dal punto di vista dell’impegno di risorse umane, nella gestione diretta dei pazienti con Covid.

Il piano dell’ASST ha subito un’accelerazione durante la settimana appena conclusa e dalla fase 2 si è rapidamente passati alla fase 4, che fa entrare in gioco l’Ospedale di Angera nell’accoglienza dei pazienti covid. – commenta il Direttore Generale dell’ASST Sette Laghi, Gianni BonelliTengo però a sottolineare che questo straordinario modello organizzativo in evoluzione continua che ci sta permettendo di far fronte ad un’emergenza di tale portata è basato sulla strettissima integrazione tra tutte le nostre sedi, che si stanno infatti supportando vicendevolmente, e, naturalmente, di tutti i nostri operatori, che stanno dimostrando ancora una volta, ancora di più, una straordinaria professionalità, resilienza e senso di responsabilità“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *