Concluso il Master in Fisioterapia e Riabilitazione Respiratoria a Milano: in 13 anni formati oltre 230 specialisti

Marta Lazzeri (Presidente ARIR): “Il Master sta preparando con successo operatori che siano in grado di unire oggi la competenza professionale alla capacità di relazionarsi agli altri professionisti del settore, con tutto vantaggio dei pazienti e dei loro più diretti caregiver famigliari”


Milano, 13 Febbraio 2020

Si è concluso nei giorni scorsi a Milano, con la discussione delle tesi di laurea di diciotto fisioterapisti, la tredicesima edizione del Master Universitario di I livello in Fisioterapia e Riabilitazione Respiratoria, percorso formativo-professionalizzate nel settore sempre più dinamico e richiesto della riabilitazione respiratoria. Le tesi presentate dai partecipanti all’Edizione 2018-2019 del Master – tutte presentate con riscontri lusinghieri da parte della commissione giudicante – hanno coperto i molteplici ambiti della fisioterapia respiratoria, concentrandosi sull’aderenza alle terapie ed ai programmi di riabilitazione, analizzando gli aspetti di collaborazione e multidisciplinari del percorso riabilitativo, affrontando i vasti temi dei disturbi respiratori nel sonno e della BPCO, e inoltrandosi sul terreno complesso e multiprofessionale della stesura dei protocolli di riabilitazione.

Avviato nel 2005, il Master Universitario ha sede presso l’Università degli Studi di Milano / Fondazione IRCCS Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico all’interno del Dipartimento di Fisiopatologia Medico Chirurgica e dei Trapianti, U.O.C. Chirurgia Toracica e Trapianti di Polmone ed è coordinato scientificamente dal Professor Mario Nosotti (Chirurgia toracica e trapianti di Polmone, Policlinico di Milano).

Il piano di studi affrontato dai partecipanti al Master è decisamente impegnativo – sottolinea Emilia Privitera, coordinatrice del Master e fisioterapista presso la Fondazione IRCCS Ca Grande, nonché componente del Direttivo di ARIR, l’Associazione Riabilitatori dell’Insufficienza Respiratoriaperché prevede l’acquisizione di 60 Crediti Formativi Universitari con conseguimento del titolo di ‘specialista’ con l’obiettivo di preparare fisioterapisti esperti nella fisioterapia e riabilitazione delle patologie respiratorie secondo le diverse modalità di intervento: pulmonary rehabilitation, disostruzione bronchiale, ventilazione meccanica invasiva e non, esercizio fisico, educazione e counseling, attraverso un iter didattico teorico e pratico d’eccellenza che fonda la sua principale motivazione nella radicale trasformazione del contesto nel quale opera il fisioterapista respiratorio”. L’obiettivo del Master fin dalla sua nascita è la formazione di fisioterapisti esperti nelle tecniche di fisioterapia e riabilitazione del respiro, attraverso un iter didattico teorico e pratico di eccellenza che fonda la sua principale motivazione nella trasformazione del contesto nel quale opera il fisioterapista respiratorio. Negli ultimi anni si sono sviluppati numerosi campi d’applicazione per questa disciplina, grazie al suo sviluppo tecnologico e scientifico; ciò ha reso sempre più necessaria la presenza di professionisti con competenze specifiche, capaci di prendere in carico soggetti affetti da patologie respiratorie croniche ed acute, di elaborare programmi educazionali e partecipare all’home care.

Il piano di studi del Master, messo a punto grazie alla consolidata collaborazione tra Università degli Studi di Milano, ARIR e Fondazione I.R.C.C.S. Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico, ha portato ad oggi alla formazione qualificata di 234 fisioterapisti a dimostrazione della capacità di formare professionalità in questo settore sempre più decisivo per la qualità della vita dei pazienti. Il contenuto formativo del Master ha offerto ai partecipanti delle scorse edizioni la possibilità di acquisire e potenziare conoscenze e competenze indispensabili allo svolgimento dell’attività del Fisioterapista Respiratorio, di confrontare le proprie precedenti esperienze professionali ed anche, per alcuni di essi, di avere interessanti e nuove opportunità occupazionali. Il Master prevede non solo lezioni e didattica frontale, ma anche un tirocinio formativo di sei settimane con la guida di tutor presso ospedali d’eccellenza in molte regioni italiane.

L’esperienza che stiamo conducendo con il Master è unica in Italia e sta diventando riferimento per l’intero settore”, sottolinea Marta Lazzeri, Presidente dell’ARIR, “Il Master sta infatti preparando con continuità numeri sempre più importanti di fisioterapisti, operatori che siano in grado di unire oggi la competenza professionale alla capacità di relazionarsi agli altri professionisti del settore, con tutto vantaggio dei pazienti e dei loro più diretti caregiver famigliari. L’esperienza che stiamo conducendo da ormai 13 anni è giudicata così positivamente da tutti i soggetti accademici e professionali coinvolti, che la prossima edizione vedrà un ampliamento dei suoi contenuti formativi, prendendo la definizione di Master Universitario di I livello in Fisioterapia Cardiorespiratoria e di Area Critica

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *