Fertilità: un’app per migliorare informazione e consapevolezza vince la sfida promossa da Merck Italia

Il Fertilyteam ha raccolto e vinto la challenge “Aiutiamo le coppie a realizzare il loro sogno”.
Merck, unica azienda farmaceutica a partecipare all’evento, continua a investire in progetti di Open Innovation, confermandosi azienda leader in ambito scientifico e tecnologico.
La maratona di programmazione si è svolta a Napoli il 6 e 7 ottobre scorsi.

Napoli, 8 Ottobre 2019

È il Fertilyteam, con l’app YAM, il vincitore della challenge proposta da Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, nell’ambito dell’hackathon “The Big Hack – HackNight@Museum” promosso dalla Regione Campania e organizzato da “Maker Faire Rome – The European Edition” e Sviluppo Campania, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Merck è stata l’unica azienda farmaceutica partner dell’iniziativa, e ha presentato la propria sfida agli oltre 200 partecipanti divisi in 26 team, insieme ad altre grandi aziende pubbliche e private, operanti in diversi settori. La challenge proposta da Merck è stata “Aiutiamo le coppie a realizzare il loro sogno”. Obiettivo della sfida: utilizzare il digitale per aumentare nelle coppie la consapevolezza che il fattore tempo ricopre un ruolo importante nella fertilità e aiutare, quindi, ad accelerare la diagnosi e la cura di eventuali disturbi quando un figlio non arriva.

A vincere il premio messo in palio dall’azienda è stato il Fertilyteam, con un’app che si presenta come un hub della salute riproduttiva della donna, con informazioni e servizi volti a informare e sensibilizzare sugli aspetti che influenzano la fertilità e aiutare a operare scelte consapevoli per la preservazione della stessa.

La maratona di programmazione e creatività si è svolta a Napoli presso il Complesso museale dei Santi Marcellino e Festo e ha visto la partecipazione di team provenienti sia dall’Italia che dall’estero che hanno elaborato i progetti da presentare alle aziende.

«Congratulazioni al team che ha accettato e vinto la nostra sfida: questi ragazzi hanno compreso appieno l’impatto che il digitale può avere nella vita dei pazienti – ha dichiarato Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia – e complimenti agli organizzatori di questo Hackathon: siamo fortemente convinti che iniziative di Open Innovation come questa siano una grande opportunità per raccogliere visioni e idee innovative in un ambito, quello della salute, dove esistono ancora importanti bisogni insoddisfatti».

Informazioni su Merck

Merck è un’azienda impegnata nell’innovazione scientifica e tecnologica che opera nei settori healthcare, life science e performance materials. I suoi 56.000 dipendenti lavorano ogni giorno perché la vita di milioni di persone sia più felice e sostenibile. Merck è presente ovunque: dalle più avanzate tecnologie per l’editing genetico alla scoperta di trattamenti all’avanguardia per le patologie più difficili, fino allo studio di tecnologie che permettano ai device di diventare “intelligenti”. Nel 2018 Merck ha generato vendite per 14,8 miliardi di Euro in 66 Paesi.

Ricerca scientifica e gestione imprenditoriale responsabile sono state la chiave per il raggiungimento dei traguardi scientifici e tecnologici di Merck, che opera secondo questa filosofia sin dalla sua fondazione nel 1668. La famiglia fondatrice possiede tuttora la partecipazione di maggioranza nella Società, che è quotata alla borsa di Francoforte. Merck detiene i diritti sul nome e sul marchio Merck a livello globale. Le sole eccezioni sono Stati Uniti e Canada, dove l’azienda opera con le denominazioni EMD Serono nell’healthcare, MilliporeSigma nel life science e EMD Performance Materials. Per maggiori informazioni su Merck: www.merck.it

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *