Il magico potere delle Fiabe della Buonanotte al Pronto Soccorso Pediatrico del San Paolo

Lo Staff del Pronto Soccorso e Pediatria
All’Ospedale San Paolo i clown AVS incantano i piccoli pazienti e non solo

Milano, 18 Aprile 2019

Al Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale San Paolo e nel reparto di Pediatria ha preso il via il progetto “Le Favole della Buonanotte”,  grazie alla preziosa collaborazione dell’ASST Santi Paolo e Carlo e l’Associazione Veronica Sacchi (AVS).

Un programma fatto di ninne nanne, favole, filastrocche, canti e musiche che portano ai piccoli ricoverati un momento speciale durante la permanenza in Pronto Soccorso e, in reparto, prima della nanna. Volontari Clown dell’Associazione, un lunedì al mese, dalle h. 20 si avvicineranno ai piccoli pazienti ed i loro familiari con il classico “C’era una volta …”. L’obiettivo è quello di alleviare un momento, come quello della buona notte, momento in cui i genitori sono spesso stanchi e provati emotivamente e in cui i piccoli pazienti non riescono ad ambientarsi a un contesto nuovo lontano dalla loro casa.

Oltre a raccontare le favole ai piccoli pazienti, i volontari insegneranno loro a immaginarle e inventarle, dando spazio alla loro creatività. Attraverso libri, i bambini potranno viaggiare momentaneamente in mondi fantastici e lontani, ma anche rilassarsi e distrarsi, creando così momenti di leggerezza e sospensione al dolore, anche  in un contesto che viene di solito identificato come luogo di dolore e sofferenza.

Perché leggere le Fiabe? Perché è musicale, è un momento che armonizza le emozioni, fa desiderare e sognare ad occhi aperti. Perché le favole invitano a capire, ad imparare a crescere e a migliorarsi come essere umani. La fiaba rappresenta la nostra parte migliore, il ritornare puri, semplici, essere complici della nostra curiosità.

Il progetto prende vita dalla collaborazione pluriennale tra Associazione Veronica Sacchi (AVS) e l’Ospedale San Paolo di Milano, dove i volontari clown dottori portano sorrisi nel reparto di pediatria due lunedì e due sabati al mese. L’obiettivo è inoltre quello  di creare specifici momenti di sensibilizzazione sul tema della dignità del processo di cura.

Preservare durante il ricovero in ospedale, attraverso la lettura delle favole,  una routine significativa come il racconto e l’ascolto delle storie che accompagna il bambino al momento del sonno, senza timore – è il pensiero di Matteo Stocco, Direttore Generale dell’ASST Santi Paolo e Carlo – Le favole coccolano, le storie consolano e fanno dimenticare le paure.

Il progetto delle Favole della buonanotte si inserisce in un contesto più ampio di “Clown Hospital-ity”, in cui l’Associazione Veronica Sacchi vuole dare strumenti concreti che possano rimanere nel tempo e che possano aiutare a creare spazi accoglienti e momenti di sospensione al dolore e alla sofferenza” dichiara Claudia Capurro, Presidente dell’Associazione Veronica Sacchi.

Clown in Pronto Soccorso
Clown in Pediatria

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità