Il Prof. Michele Francesco Surace porta l’Università nell’Ortopedia dell’Ospedale di Angera

Il Prof. Michele Francesco Surace (al centro) e il team dell'Ortopedia e Traumatologia dell'Ospedale di Angera, guidato dal Dott. Alessandro Paladini Molgora

Il Prof. Michele Francesco Surace, Direttore della Scuola di Specializzazione in Ortopedia dell’Università dell’Insubria, dal novembre scorso è entrato a far parte del team dell’Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Carlo Ondoli di Angera, guidato dal Dott. Alessandro Paladini Molgora


Angera (VA), 3 Febbraio 2020

Ho trovato un ambiente bello: professionisti competenti, collaborativi e tanta voglia di mettersi in gioco“.

Il Prof. Michele Francesco Surace, ortopedico in forze all’Ortopedia di Varese e Direttore della Scuola di Specializzazione in Ortopedia dell’Università dell’Insubria, riassume così i suoi primi mesi all’Ospedale di Angera, dove è arrivato nel novembre scorso, entrando a far parte del team ortopedico guidato dal Dott. Alessandro Paladini Molgora.

Per l’Ospedale Carlo Ondoli di Angera, il Prof. Surace non è solo uno specialista di grande esperienza, ma rappresenta l’Università, pronta a portare rinforzi e novità nell’attività di Ortopedia e Traumatologia.

Il nostro obiettivo è innanzitutto quello di continuare ad offrire al territorio le prestazioni di base, integrando la nostra attività con quella svolta nella sede hub di Varese – spiega il Prof. Surace – Per far questo, intendiamo potenziare l’attività ambulatoriale così da ridurre le liste d’attesa per le visite ortopediche e introdurre nuovi ambulatori iperspecialistici dedicati alla chirurgia protesica e alla chirurgia della mano e del ginocchio. Inoltre, per rispondere al meglio alle necessità del Pronto Soccorso, si sta già incrementando il numero di interventi chirurgici a minore complessità, a partire da quelli per frattura di femore, di cui 12 eseguiti nel solo mese di gennaio“.

Prioritario, per il Prof. Surace, è anche la costituzione ad Angera di una vero polo formativo in ambito ortopedico e traumatologico: “Stiamo procedendo all’inserimento degli specializzandi secondo le competenze acquisite. – continua – Proprio questa settimana sono arrivati i primi quattro“.

E grazie anche a questo supporto da parte dell’Università, l’Ortopedia di Angera potrà sviluppare ulteriori attività che caratterizzino la sede rendendola più attrattiva. “La nostra intenzione è quella di trasferire progressivamente competenze specifiche da Varese sviluppando attività chirurgiche a maggiore complessità, come la chirurgia protesica e, in una fase successiva, quella robotica. Nel dettaglio, stiamo già lavorando a dei percorsi di fast track chirurgici ben strutturati che permettano di aumentare il numero di interventi di protesi d’anca e di ginocchio su pazienti che, non presentando particolari comorbilità o fragilità, possano essere sottoposti all’intervento, ovviamente con tecniche mininvasive, con una degenza più rapida e un percorso riabilitativo ben impostato e condotto al domicilio. I venti casi già eseguiti tra dicembre e gennaio su pazienti provenienti sia dall’area di Angera, sia da quella di Varese, hanno dimostrato come questa via sia perfettamente percorribile e offra grandi vantaggi ai nostri pazienti“.

L’Ortopedia di Angera dispone attualmente di 7 posti letto. Nel 2019 gli interventi chirurgici eseguiti sono stati più di 400. Nel gennaio di quest’anno, i pazienti operati dagli ortopedici dell’Ondoli sono stati 50: “Questi numeri dimostrano che la crescita che vogliamo perseguire è già realtà” conclude soddisfatto il Prof. Surace.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *