In arrivo 75.000 mascherine e 7.500 gel disinfettanti per i farmacisti: la donazione di EG STADA a FOFI

Salvatore Butti, General Manager di EG STADA Italia – “Questa donazione vuole rappresentare un gesto concreto di vicinanza e supporto a questi professionisti, offrendo loro gli strumenti più adeguati per tutelare se stessi e assicurare ai cittadini un servizio indispensabile:  l’accesso ai farmaci di cui hanno bisogno”


Milano, 24 Aprile 2020

EG, azienda leader del settore dei farmaci equivalenti, appartenente al Gruppo STADA, donerà nei prossimi giorni alla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI) 75.000 mascherine e 7.500 gel disinfettanti, che verranno consegnati direttamente ai farmacisti tramite 7.500 farmacie. Grazie a questa donazione, i farmacisti potranno così beneficiare di presidi fondamentali per lavorare con maggiore serenità, per continuare ad assicurare alla popolazione l’accesso al farmaco e tutte le altre attività che fanno del farmacista il primo professionista della salute cui il cittadino può ricorrere sul territorio.

In questo periodo di emergenza sanitaria i farmacisti sono in prima linea nella difficile e coraggiosa lotta contro il coronavirus e quindi tra i più esposti al rischio di contagio” – dichiara Salvatore Butti, General Manager di EG STADA Italia – “Questa donazione vuole rappresentare un gesto concreto di vicinanza e supporto a questi professionisti, offrendo loro gli strumenti più adeguati per tutelare se stessi e assicurare ai cittadini, oggi più che mai, un servizio indispensabile:  l’accesso ai farmaci di cui hanno bisogno”.

Ringrazio EG – STADA, a nome di tutti i farmacisti italiani, per la sensibilità e la vicinanza alla nostra professione e colgo l’occasione ancora una volta per ringraziare tutti i colleghi che continuano a svolgere la loro opera indispensabile in questo momento difficilissimo per la collettività e per tutti coloro che lavorano per la tutela della salute”, dice Andrea Mandelli, Presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. “È una conferma di quanto il comparto farmaceutico rappresenti per il nostro Paese non soltanto un motore fondamentale dell’economia, ma anche un modello di responsabilità sociale. Ci auguriamo che l’esempio di EG venga seguito da altri, perché in questo momento i farmacisti e la rete delle farmacie di comunità si trovano a fronteggiare da soli enormi difficoltà a mantenere in sicurezza se stessi, i presidi in cui operano e quindi i cittadini che ricorrono a loro. È solo con questo spirito di solidarietà che riusciremo a superare anche questa emergenza”.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *