L’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza in visita all’IRCCS Oasi Maria SS. di Troina

Razza: 'L’Oasi rappresenta una vera e propria eccellenza siciliana che merita attenzione'

Troina (EN), 17 Aprile 2018

Don Silvio Rotondo e Ruggero Razza

L’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha incontrato stamani, martedì, i vertici aziendali dell’IRCCS “Associazione Oasi Maria SS” di Troina, nell’ennese. L’Assessore era accompagnato dal Commissario dell’Asp di Enna, Dottore Antonino Salina, assieme al direttore amministrativo Dott. Maurizio Lanza, il Direttore sanitario Dottore Emanuele Cassarà, e la partecipazione del Sindaco di Troina, Fabio Venezia, e del Deputato regionale Elena Pagana che ha invitato recentemente l’Assessore regionale a visitare la struttura ennese. A rappresentare i vertici aziendali dell’IRCCS Oasi il presidente, padre Silvio Rotondo, la Vice-Presidente dell’Istituto, Gaetana Ruberto e poi il Direttore scientifico, Prof. Raffaele Ferri, il Direttore sanitario, Dott. Michelangelo Condorelli, il direttore amministrativo, Dott. Arturo Caranna e il direttore dello staff di presidenza l’Ing. Salvatore Impellizzeri.

Diversi i temi trattati durante l’incontro, durato poco più di un’ora, e che hanno avuto come perno il tema della disabilità fisica e mentale e le criticità legate al territorio, l’assistenza socio-sanitaria, la valorizzazione degli IRCCS nell’isola, i nuovi scenari nel campo della ricerca allargati all’area del mediterraneo e la capacità di intercettare nuovi canali di finanziamento attraverso bandi ministeriali ed europei.

“L’Oasi rappresenta da anni – ha detto l’Assessore Ruggero Razza – una vera e propria eccellenza siciliana che merita attenzione. E’ un modello che va sostenuto e diffuso nel segno dell’eredità morale che il fondatore Padre Ferlauto ha lasciato non solo a questo territorio, ma a tutta la Sicilia”.

Per il Presidente dell’IRCCS padre Silvio Rotondo la visita dell’Assessore “ è certamente un segno di attenzione da parte delle Istituzioni nei confronti della nostra realtà, testimonianza di un riconoscimento per l’esperienza e l’attività svolta dall’Oasi

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *