Ospedale di Lipari, già attiva dal 3 febbraio la lungodegenza

Una delle funzioni più importanti della Unità Operativa di Lungodegenza è di garantire la continuità assistenziale per pazienti fragili che presentano bisogni di stabilizzazione clinica dopo ricovero in Unità Operative per malattie acute

Messina, 18 Febbraio 2021

Il 3 Febbraio 2021  è iniziata nel Presidio Ospedaliero di Lipari l’attività della Unità Operativa di  Lungodegenza in atto con n. 2 posti letto attivati nei locali della Unità Operativa di Medicina; un obiettivo che l’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha fortemente sostenuto per implementare  la qualità della assistenza e per rispondere ai bisogni sanitari della popolazione eoliana. 

La programmazione è stata gestita, su indicazione del Direttore Generale dell’ASP di Messina, Paolo La Paglia, dal Direttore della Rete Assistenziale Geriatrica e della UOC di Geriatria della ASP di Messina Dott. Ferdinando D’Amico, che ha predisposto le procedure di attivazione in sinergia con il Direttore della Unità Operativa di Medicina del Presidio Ospedaliero di Lipari Dott. Sergio Crosca

Una delle funzioni più importanti della Unità Operativa di Lungodegenza, alla quale sarà assegnato un Dirigente Medico di Geriatria, è di garantire la continuità assistenziale per pazienti fragili che presentano bisogni di stabilizzazione clinica dopo ricovero in Unità Operative per malattie acute, che con  maggiore frequenza in questi pazienti  sono malattie cardiache, respiratorie, neurologiche, ortopediche

L’Unità Operativa di  Lungodegenza, oltre al completamento del percorso terapeutico, come necessaria premessa  alla deospedalizzazione, risponderà al bisogno di presa in carico prevedendo  interventi riabilitativi individualizzati e non erogabili in regime alternativo al ricovero ospedaliero. 

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità