Professor Armando Piccinni: “Con il lockdown aumentate le dipendenze, come la food addiction, tra i ragazzi”

Armando Piccinni
Web live conference "Covid-19: gli effetti della pandemia, dell'isolamento sociale e del lockdown sulla salute mentale degli italiani"

27 Luglio 2020

Armando Piccinni, Presidente Fondazione BRF, Professore Straordinario Unicamillus Roma è intervenuto come relatore all’evento online di ieri: “Covid-19: gli effetti della pandemia, dell’isolamento sociale e del lockdown sulla salute mentale degli italiani”, moderato dall’Onorevole Beatrice Lorenzin e organizzato dal Centro Studi Americani in partnership con Edra.

Come fondazione abbiamo messo in piedi uno studio con diverse province toscane in collaborazione con il MIUR su studenti dalla prima media alla quinta liceo, relativo alle dipendenze comportamentali, soprattutto la dipendenza digitale. Abbiamo usato questionari online: ci sono dati che lasciano senza parole: un fenomeno che emerge in particolare è la food addiction. Chi aveva questa tendenza, l’ha incrementata durante il lockdown. C’è stato un incremento anche dell’uso di sostante stupefacenti e di alcool, tema connesso a violenza domestica“.

Ha poi proseguito: “Come Fondazione abbiamo realizzato una inchiesta basandoci sugli articoli usciti sulla stampa italiana, relativa ai suicidi e suddivisi in: non connessi al Covid, connessi al covid di tipo sanitario e suicidi di tipo economico. Abbiamo contato 62 suicidi legati al covid in circa 75 giorni. Questo ci indica in che direzione va la patologia mentale. L’emergenza Covid ci ha dato l’occasione di mettere a nudo alcune urgenze e anche nostre mancanze per pensare anche a una riorganizzazione dei servizi, utile a medici, psichiatri e organi di Governo“.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *