Degenze ridotte del 25%, minori accessi negli ospedali, monitoraggio efficiente dei pazienti cronici e assistenza ottimale di pazienti tradizionali, ma anche #triage virtuali che avrebbero potuto evitare i contagi dei medici e degli operatori sanitari in questi mesi di emergenza. Tutto questo grazie alla telemedicina. Ne parliamo con Salvatore Di Somma, prof. Medicina Urgenza e Direttore della Scuola di specializzazione di Medicina d’Urgenza presso l’Università La Sapienza di Roma.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *