Tumori ginecologici: al via la campagna “Se sai… Puoi!” di ACTO SICILIA

Prende il via la campagna contro i tumori ginecologici avviata da ACTO SICILIA, in collaborazione con l’Assessorato regionale alla Salute, nei maggiori ospedali provinciali dell’Isola e nelle nove sedi provinciali della LILT.
Martedì 23 novembre, presso l’Ospedale Cannizzaro di Catania, si terrà un incontro con i medici che risponderanno alle domande degli interessati.

Catania, 21 novembre 2021

“Se Sai…Puoi” è il titolo della campagna di sensibilizzazione e informazione per la prevenzione dei tumori ginecologici realizzata dall’associazione ACTO SICILIA (Alleanza Contro il Tumore Ovarico e ginecologici, al via in questi giorni nell’Isola con il patrocinio dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, che coinvolgerà ospedali e sedi della Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) delle nove province siciliane. 

Nell’ambito della campagna di prevenzione tra le iniziative proposte da ACTO SICILIA, martedì 23 novembre, alle 15, nella Sala Congressi dell’U.O Cannizzaro, si terrà un incontro con i medici che risponderanno alle domande degli interessati che vorranno saperne di più sui tumori ginecologici e come prevenire l’insorgere della malattia. L’incontro si potrà seguire anche on line dalla pagina Facebook @ACTOSICILIA e gli utenti potranno porre i loro quesiti in diretta. 

Dopo i saluti del Direttore generale dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro dott. Salvatore Giuffrida, del Direttore dell’U.O di Ostetricia e Ginecologia del Cannizzaro Prof. Paolo Scollo e della Presidente di ACTO SICILIA Daniela Spampinato, interverranno: l’oncologa Giusy Scandurra, direttore F.F. dell’U.O.C. di Oncologia Medica su “I tumori ginecologici: informare e prevenire”, la ginecologa Maria Grazia D’Agate che affronterà il tema degli “Aspetti patologici di tipo fisiologico e disagio sessuale nelle pazienti oncologiche” e la psico-oncologa Sonia La Spina che parlerà dei “Cambiamenti degli stili di vita nei tumori ginecologici”

Previsti a seguire gli interventi del dott. Placido Borzì, che risponderà alle domande sulla preservazione della fertilità, del patologo clinico prof. Ettore Capoluongo che informerà su cosa sapere sulla mutazione dei geni della BRCA. Gli aspetti legati alle esigenze nutrizionali saranno affrontati dall’endocrinologo Vincenzo Muscia e dalla dietista dottoressa Francesca Tornatore. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Valeria Maglia, direttore di Medical Excellence TV.

ACTO SICILIA ha deciso di avviare a novembre una campagna di prevenzione e informazione sui tumori ginecologici – ha spiegato la presidente Daniela Spampinatodal titolo Se Sai…Puoi!, che verrà diffusa attraverso brochure informative, poste in un espositore, nei maggiori ospedali siciliani, grazie al contributo dell’Assessorato Regionale alla Salute e nelle sedi provinciali della Lilt, ma invito tutte  le donne a partecipare all’incontro del 23 novembre, sia in presenza che on line perché i medici presenti risponderanno alle loro domande sulle neoplasie femminili più frequenti e meno conosciute”. 

La campagna di ACTO SICILIA è rivolta non soltanto alle pazienti affette dalle patologie ginecologiche – ha affermato l’oncologa Giusy Scandurra ma ha l’obiettivo di far acquisire a uomini e donne una mentalità indirizzata alla prevenzione, perché individuando una neoplasia allo stato iniziale si una ha maggiore possibilità  di cura rispetto ad una malattia ormai in stato avanzato”. 

In Sicilia vivono 2.487.053 donne, una popolazione target per la prevenzione dei tumori ginecologici di circa 44,2 per 100.000 abitanti (14, 4 ovaio, 6,9 cervice e 22,8 endometrio). Sono cinque i tumori ginecologici più frequenti e meno conosciuti che occorre prevenire e curare, quello dell’ovaio, dell’endometrio, della cervice, della vulva e della vagina

Nell’ambito dell’”Attività di promozione, prevenzione e di educazione Sanitaria”, dell’Assessorato Regionale alla Salute della Regione Siciliana, il progetto di ACTO SICILIA ha come finalità l’educazione, l’informazione e la prevenzione primaria ma anche il supporto alle donne sane e pazienti in cura per patologie neoplastiche della sfera genitale.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità