Home » Endocrinologia e diabetologia di genere: di cosa si tratta?
Endocrinologia e diabetologia di genere. Ce ne parla Livio Luzi, Direttore del Dipartimento interpresidio di Endocrinologia, Nutrizione e Malattie Metaboliche di MultiMedica

Nasce l’endocrinologia e diabetologia di genere anche in Italia. Ne parliamo a “Prima Pagina Salute” con Livio Luzi, Direttore del Dipartimento interpresidio di Endocrinologia, Nutrizione e Malattie Metaboliche di MultiMedica e membro del Tavolo Tecnico sulla Medicina di Genere di Regione Lombardia.

ENDOCRINOLOGIA E DIABETOLOGIA: DIFFERENZE DI GENERE

Il nuovo Gruppo di Studio congiunto della Società Italiana di Diabetologia e della Società Italiana di Endocrinologia si occuperà di approfondire aspetti particolari della diabetologia e dell’endocrinologia genere-specifica con studi clinici ad hoc, e di promuovere eventi scientifici che aggiornino la comunità endocrino-diabetologica su questi temi.

In tema interazioni metabolismo-cervello, viene affrontata la Sindrome di Yentl in campo diabetologico. Di cosa si tratta?

Questa condizione, che consiste in una minore attenzione diagnostica verso le donne in condizioni di cardiopatia, viene presentata sottolineando le disparità di genere nel trattamento del diabete, attraverso la disamina dei più recenti studi scientifici sul tema.

Quali sono gli aspetti diagnostico-terapeutici, che evidenziano differenze di genere?

Diversi interventi hanno analizzato gli aspetti relativi all’epidemiologia, alla fisiopatologia e alla terapia nei due generi, giungendo a importanti e sorprendenti conclusioni.

Infatti, oltre alle differenze di genere note nella predisposizione alle malattie cardiovascolari, ad esempio maggiore nei maschi rispetto alle femmine in età fertile, e diversamente dalle endocrinopatie, ad esempio quelle della tiroide e dall’osteoporosi, prevalenti nel sesso femminile, pur essendo meno studiate nel genere maschile.

Sono emersi, anche, dati nuovi e interessanti in ambito neurologico e delle neuroscienze:

  • differenze sostanziali nella neurobiologia della malattia di Parkinson,
  • una differente riserva cerebrale tra maschi e femmine nella Malattia di Alzheimer 
  • una minore protezione cerebrale dall’obesità,

mostrando come le donne siano più vulnerabili rispetto agli uomini. Livio Luzi, inoltre, è tra gli autori del volume “La Medicina di Genere: Importanza e Normative”. Durante l’intervista parleremo di come questa è regolata dalle norme attuali in Italia.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità