Home » Giornata del prematuro: le iniziative dell’ASP a Siracusa
L’Asp di Siracusa partecipa anche quest’anno alla Giornata Mondiale del Prematuro promossa dalla Società Italiana di Neonatologia in collaborazione con Vivere Onlus con una serie di iniziative organizzate dal reparto UTIN dell’Ospedale Umberto I di Siracusa diretto da Massimo Tirantello insieme all’Associazione PigiTIN.

Quali sono gli stimoli sensoriali che aiutano il bambino a a crescere bene?

Nei reparti di terapia intensiva diamo la possibilità alla mamma di parlare anche attraverso l’oblò della termoculla. Inoltre stiamo sviluppando, assieme all’associazione Nati per leggere, anche la possibilità di far leggere alla mamma e al papà  un libro al bambino così da permettere al prematuro di riconoscere la voce genitoriale.

 

La prematurità  è una patologia?

Si, la prematurità ormai è considerata una patologia perché un bambino che nasce prematuro ha di conseguenza tutti gli organi prematuri quindi noi dobbiamo accompagnare questi neonatinella sopravvivenza fino al raggiungimento della maturità.

La maggior parte di questi bambini raggiungono una buona maturità e possono tranquillamente affrontare non solo quella che è la vita in generale ma anche la vita sociale e quindi anche la fase di studio con ottimi risultati.

Siamo ormai molto fiduciosi del lavoro che facciamo e delle possibilità che diamo per questi bambini. Questo difatti comporta che tutti i bambini sicuramente al di sopra della 23° settimana ma si parla anche di 22 più 6 giorni cioè un giorno prima della 23° settimana e dobbiamo dare loro la possibilità devono essere aiutati sostenuti e assistiti.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità