L’osteomielite ematogena acuta, per la cui terapia, fino ad oggi, erano disponibili solo indicazioni frammentarie e molto eterogenee potrebbe essere curata in modo diverso. Le novità arrivano da uno studio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Ne parliamo con Andrzej Krzysztofiak, pediatra di Malattie Infettive e Immunoinfettivologia del Bambino Gesù e prima firma dello studio, pubblicato sull’Italian Journal of Pediatrics.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
nome-foto
Pubblicità