Home » Reazioni avverse a farmaci in Odontoiatria
Aumentare la conoscenza sulle reazioni avverse a farmaci di ambito odontoiatrico e sensibilizzare gli operatori sanitari alla cultura della segnalazione ad AIFA. È questo l’obiettivo del progetto multiregionale “ADR in Odontoiatria nell’era informatica: dalla segnalazione alla visita specialistica con un click”

Aumentare la conoscenza sulle reazioni avverse a farmaci di ambito odontoiatrico (ADR- O, Adverse Drug Reaction – odontology) e sensibilizzare gli operatori sanitari alla cultura della segnalazione ad AIFA, l’Agenzia italiana del farmaco. È questo l’obiettivo del progetto multiregionale “ADR in Odontoiatria nell’era informatica: dalla segnalazione alla visita specialistica con un click” che vede capofila il Policlinico di Palermo in partnership con il Policlinico di Messina, l’ASP di Agrigento, le regioni Campania e Piemonte.

Grazie a questo progetto è stata anche attivata la piattaforma che permette di compilare il questionario su attitudini di segnalazione e conoscenza che comprendono un ampio numero di lesioni della mucosa orale, dei denti e delle ossa mascellari che devono essere diagnosticate precocemente e trattate adeguatamente, oltre che essere segnalate.

Il questionario on-line e la piattaforma di e-learning sono stati sviluppati dalla professoressa Giuseppina Campisi, responsabile dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale “Medicina orale e odontoiatria per pazienti fragili” del “Paolo Giaccone” e responsabile scientifico del progetto, con i partner dell’iniziativa – i professori Annalisa Capuano e Giuseppe Colella e la dottoressa Liberata Sportiello di UNiCampania, il professore Gaspare Parrinello e la dottoressa Ilaria Morreale del Policlinico Palermo, il prof. Giacomo Oteri di UNIME, il dottor Giuseppe Bellavia dell’ASP di Agrigento, il dottor Vittorio Fusco dell’ospedale di Alessandria, la Prof.ssa Olga Di Fede, la dottoressa Vera Panzarella e i ricercatori Monica Bazzano, Fortunato Buttacavoli e Gaetano La Mantia dell’Università degli Studi di Palermo.

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Gli obiettivi del progetto – spiega la professoressa Campisisono molteplici e molto sfidanti. Partiamo dal dato di fatto che in Italia gli operatori sanitari di ambito odontoiatrico segnalano pochissimo, e temiamo conoscano pochissimo il problema. Così il primo obiettivo, attraverso la creazione e la somministrazione di un questionario, è quello di verificare il grado di consapevolezza, e, attraverso alcune domande, incuriosire i nostri colleghi su queste lesioni, non così rare; il secondo obiettivo, attraverso la creazione di un atlante con tante immagini e sintetiche descrizioni sulle principali ADR-O e di una sinossi che parte da ogni singola classe di farmaco coinvolta comunemente nelle reazioni avverse, è quello di implementare la conoscenza degli operatori sanitari, permettendo la fruizione gratuita del materiale a chi compilerà il questionario; il terzo obiettivo, attraverso la creazione di contenuti di e-learning, è permettere l’autoverifica della preparazione clinico-diagnostica”.

Un quarto obiettivo, anche sulla base delle risposte al questionario, è la piattaforma web gratuita che permette agli operatori sanitari – fino alla chiusura del progetto – di inviare foto cliniche e ricevere feedback.

L’iniziativa – sottolinea Campisiè importante sia per il paziente e i medici che per l’AIFA e le industrie farmaceutiche. Per il paziente affinché sia consapevole della sua suscettibilità ad ADR-O e gli si possano diagnosticare correttamente e curare sia lesioni reversibili, ove si sospenda il farmaco associato al problema, sia malattie croniche con effetti permanenti da curare; per AIFA e per le industrie farmaceutiche, affinché si possano migliorare i farmaci e in alcuni casi limite anche a ritirarli dal mercato, e studiare le interazioni con altri preparati”.

La prima parte del progetto (questionario, atlante, sinossi) si è conclusa il 30 ottobre 2023. Lo step successivo è quello di fornire una piattaforma di teleconsulto.

Complessivamente, – conclude la professoressa – il progetto sarà organizzato in diversi moduli, pensati per essere utilizzati da professionisti sanitari. Promuovendo il contenuto del programma di e-learning, riteniamo che un numero elevato di operatori sanitari lo completerà. La promozione avverrà sotto forma di poster, Facebook, Twitter, articoli e incontri di comunicazione ai congressi”.

 

WORKSHOP NAZIONALE

In questo ambito l’Az. Ospedaliera Universitaria “P. Giaccone” ha organizzato per il 23 febbraio dalle ore 14,00 a Torino (presso la Dental School, Lingotto) il primo Workshop Nazionale gratuito dal titolo “ADR IN ODONTOIATRIA, Reazioni avverse a farmaci: stato dell’arte e prospettive“. Questa iniziativa scientifica si innesta tra le attività pianificate per il progetto multi-regionale (Sicilia, Campania, Piemonte) “ADR in Odontoiatria nell’era informatica: dalla segnalazione alla visita specialistica con un click“, finanziato da AIFA e sotto la guida scientifica della prof.ssa Giuseppina Campisi.

Il WORKSHOP, il primo in Italia sul tema, sia in presenza sia on-line, con ECM gratuiti per Odontoiatri, Medici e Igienisti dentali, ha l’obiettivo di discutere tutte le tematiche e le competenze attinenti alle Reazioni avverse a farmaci in Odontoiatria (ADR-O): infatti, tali patologie e il loro management affetto da risultano di competenza del prescrittore, dell’odontoiatra e della farmacovigilanza. Il WORKSHOP (con il patrocinio di CAO Nazionale, CINBO, SIPMO, Università degli Studi di Torino, CIR-Dental School di Torino) si distingue per gli endpoints multidisciplinari e per l’expertise dei relatori su una tematica così importante nel panorama della salute pubblica, con nozioni di scienze di base, di immunologia, di management diagnostico e terapeutico, di medicina legale e di farmaco-vigilanza, utilissime nella pratica medica e odontoiatrica. L’evento è accreditato con 7,5 crediti ECM in modalità sincrona e 5 crediti ECM in presenza. Prevista anche una sezione per i giovani ricercatori e soci della Società Italiana di Patologia e Medicina Orale (SIPMO) per la presentazione di casi clinici di ADR-O, con la premiazione dei primi 3 classificati.

Link per iscriversi

Nell’ambito degli obiettivi del progetto per la Comunità medica e odontoiatrica, rimarranno attivi per tutto il 2024 anche i servizi di consultazione dell’Atlante di ADR-O e delle tavole sinottiche dei farmaci, i 30 test gratuiti del self-e-learning su ADR-O e la FAD di 10 ECM gratuiti per Odontoiatri, Medici, Igienisti dentali, Farmacisti, sul tema delle Reazioni Avverse a Farmaci in Odontoiatria.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

Canali 15 e 81 del DGTV in Sicilia

Pubblicità