Nel corso della missione spaziale Cosmic Kiss, partita dalla Florida, un team dell’Università di Trieste ha iniziato il monitoraggio dell’attività metabolica dell’astronauta tedesco dell’ESA durante i 6 mesi di permanenza in orbita.

Il progetto si chiama NUTRISS e si tratta del primo studio pensato per monitorare il metabolismo muscolare sottoposto a microgravità, con future applicazioni in medicina. Ne parliamo con colui che guida il team, Gianni Biolo, professore di Medicina Interna e direttore della clinica Medica e Filippo Giorgio Di Girolamo, professore di Nutrizione, entrambi dell’Università di Trieste.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nome-foto
Pubblicità